«Premio Mauro De Benedictis»: la 7ma edizione ad Annapaola Di Gregorio, della Baldassarre

Andrebbe tributato un lungo applauso alla Famiglia De Benedictis per aver costantemente portato avanti, siamo alla VII edizione, il “Premio –Mauro De Benedictis intitolato al lungimirante imprenditore tranese scomparso nel 2014, ricordato da tutti per le sue doti umane, per il suo amore per i giovani e la famiglia grazie alla quale, le figlie Francesca e Paola, ma soprattutto la consorte Raffaella Facondi nel 2017 è stato istituito un premio che premiasse l’eccellenza ed il talento nello studio.

pubblicità

Quest’anno, a differenza dei precedenti, dove il merito, rimasto sempre ad insindacabile giudizio della scuola, si era coniugato con gli Istituti di Istruzione Superiore, la scelta è caduta sulla Scuola Media “E. Baldassarre” e sulla studentessa Annapaola Di Gregorio, licenziata lo scorso anno con un eccezionale 10 e lode, che attualmente frequenta il Liceo “F. De Sanctis” con Indirizzo Internazionale, una ragazza con ha tanta voglia di realizzarsi in contesti imprenditoriali.

Grande è stata la soddisfazione ed emozione di Raffaella Facondi De Benedictis nel consegnare il premio: “Una goccia – ha detto – che servirà a far crescere la piantina, Annapaola, pronta a diventare un fiore ed un forte albero“. Presenti alla serata il V.Sindaco della Città di Trani, che ha patrocinato l’evento, Avv. Fabrizio Ferrante che ha sottolineato, nel suo intervento, il profilo umano ed imprenditoriale del compianto Mauro, e l’Arch. Roberta Ieva neo presidente della sezione tranese della FIDAPA che anche quest’anno ha collaborato alla realizzazione della manifestazione.

I sogni di Annapaola sicuramente si avvereranno perchè il talento non gli manca e nemmeno l’aiuto fondamentale della sua famiglia, l’ha sottolineato la sua mamma Angela Lanciano, tuttavia più di una lancia va spezzata a favore della scuola, in questo caso l’«Ettore Baldassarre» di Trani ed alle docenti che si sono alternate nella formazione della giovane, tra queste: Carla Palmieri, Maria Luisa De Palo, Valeria Miraglia e Bianca Russo che possono senz’altro inorgoglirsi per questo premio che è anche un riconoscimento alla scuola troppo spesso ed a torto bistrattata e non considerata nella sua funzione primaria educativa. “Il merito – ha detto il D.S. Dr. Marco Galiano, soddisfatto per la scelta della sua scuola da parte della famiglia De Benedictis – è un concetto particolare, difficile da argomentare ma io ci credo fortemente, come credo siano importanti le condizioni di partenza, gli studenti devono essere posti nelle condizioni di poter esprimere il massimo delle loro potenzialità. A noi scuola tocca di individuare i loro punti di partenza valorizzandoli per farne strumento di valorizzare degli studenti, qui alla «Ettore Baldassarre» ce lo siamo posti come obbiettivo in linea con gli articoli della Costituzione Italiana, che riguardano la scuola, e che sono ben visibili all’ingresso dell’Istituto“.

Vogliamo completare l’articolo con le parole di Francesca De Benedictis, che da figlia ha voluto così ricordare suo padre Mauro: “Non c’è giorno che in famiglia non ricordiamo papà ed il tempo passato bellissimo con lui che era sempre un passo indietro per far felice gli altri”.

Nel video servizio di Tonino Lacalamita le interviste a Raffaella Facondi, ad Annapaola Di Gregorio, Fabrizio Ferrante, Marco Galiano e le docenti della Scuola Media Baldassarre.

pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.