Via Martiri di Palermo, ripristinate foto e fiori in ricordo di Raffaele Casale: opera di un suo collaboratore

pubblicità

Il grido di dolore del papà non è caduto nel vuoto. E così la foto di Raffaele Casale, il ventottenne chef morto in un incidente stradale il 16 agosto 2017 in via Martiri di Palermo, è ritornata proprio sul posto di quel tragico schianto grazie all’iniziativa di un collaboratore di cucina della brigata diretta da Casale.

Il gesto del 20enne Onofrio Lomazzo, che era molto legato a Raffaele, è servito per porre rimedio a sue spese al gesto senza senso degli ignoti che, improvvisamente, avevano fatto scomparire dal luogo dell’incidente fiori e, soprattutto, foto del povero ragazzo.

Una piccola, ma significativa consolazione in un dolore che resta vivo e che soltanto la giustizia potrà in qualche modo lenire dando delle risposte in direzione diverse rispetto all’attuale, vale a dire la presunta imperizia con cui Raffaele avrebbe condotto la sua moto quella notte, cadendo e perdendo la vita. Il papà, Felice, continua a non darsi pace ed invoca nuovi sviluppi dell’inchiesta, certo del fatto che furono altre le cause che determinarono la morte di suo figlio.