Ursus, quattro schiaffi alla stagione

pubblicità

Per fortuna sta per finire. In gergo militare si direbbe meno due (giornate), all’alba. Proprio così. Non ne possiamo più di prestazioni irriguardose e irridenti che la nostra città deve subire, in specialmodo quando essa viene rappresentata in trasferta. Un’ennesima debacle; un 4-0 pesante ottenuto in terra di Capitanata che la dice lunga sull’andamento dell’incontro. Commentare risulterebbe superfluo. Mai stati in partita, i giocatori dell’Ursus hanno subito le avanzate dei locali; che hanno trafitto per ben quattro volte la porta difesa da Valerio Di Gregorio. Al termine dell’incontro ci sono state anche due esplulsioni sanzionate ai danni dei tranesi. Ne hanno le spese Mannatrizio e Saracino. Ma la frittata era già fatta. Unico, a detta di alcuni dirigenti, a salvarsi dal disastro è stato il piccolo Mario Palumbo, che generosamente ha cercato di arrendersi per ultimo. Gli altri avevano già da tempo abbandonato la nave che ormai stava affondando. Il distacco dalle prime posizioni diventa siderale. Imbarazzante la differenza punti di una formazione che ad inizio stagione era accreditata come una seria pretendente a vincere il torneo. Tutto e il contrario di tutto è accaduto in questi sette mesi. Lampante la mancanza di carattere fuori casa, dove si è ottenuta una sola vittoria, a scapito del fanalino di coda Nuova Dania. Comunque, un’analisi vera è propria la si farà al termine della stagione. Ormai mancano sole due giornate al termine; e sinceramente vogliamo che passino in tutta fretta. Vedere il pefetto manto erboso del Comunale ospitare partite di livello scadente e ricevere, quando si è fuori casa, notizie di sconfitte oscene, è veramente troppo. Altre due partite è lo strazio sarà finito. In casa l’Ursus riceverà la terza forza del campionato, il S. Giovanni Rotondo Calcio. Si spera in una prova d’orgoglio da parte dei biancoazzurri. Ultima passeggiata invece in Daunia, quando si renderà visita agli ascolani di Satriano. Dopo, finalmente, sarà tutto finito; a meno di grosse sorprese anche per il prossimo anno non si vedranno guardalinee designati sbandierare al Comunale. Purtroppo!