Unitre, Trani ne riconosce la valenza sociale con la benemerenza «Ordinamenta Maris». Video

Grande festa fra i soci della Università della Terza Età di Trani, finalmente è arrivato il momento tanto atteso: consegnata la Benemerenza della Città di Trani ” Ordinamenta Maris”.

pubblicità
Il video servizio di Tonino Lacalamita con le interviste ad Amedeo Bottaro, Gaetano Attivissimo, Lucia De Mari e Giuseppe Marinaccio

Per il fondamentale contributo alla promozione e alla diffusione della cultura a favore degli adulti“, questa la motivazione per la quale all’Università della III Età di Trani, associazione di promozione sociale che da oltre venticinque anni svolge la sua attività sul territorio, è stata assegnata la Benemerenza “Ordinamenta Maris” dalla Città di Trani; è stato il Sindaco Amedeo Bottaro a consegnare in prima persona la pergamena al Presidente del sodalizio Gaetano Attivissimo nel corso di una semplice cerimonia svoltasi in Biblioteca Comunale “Giovanni Bovio” lo scorso 26 aprile nel corso di una evento “Primavera e Rinascita” organizzato dall’UniTre a favore dei soci e della comunità tranese tutta.

Il Sindaco Amedeo Bottaro consegna la pergamena a Gaetano Attivissimo, Presidente della Università della III Età

L’Università della Terza Età nasce a Trani nel giugno del 1998 celebrando nel 2023 il suo XXV^ anno dalla fondazione avvenuta grazie ad un gruppo di docenti di scuole tranesi che dopo aver partecipato ad un corso di aggiornamento sull’educazione degli adulti si convinse della importanza di una la formazione che fosse continua lungo tutto il corso della vita e di come questo bisogno su Trani non fosse soddisfatto. L’iniziativa fu accolta con entusiasmo ed i primi pionieri della cultura dedicata alla terza età. Luigi Vania, Michele Bafunno, Anna Caressa, Gaetano Ermito, Vincenzo Di Noia, Andrea Ricciardi, Antonia La Viola e Anna Carmela Cavaliere si costituirono prima come distaccamento della sezione della UniTre di Bari per poi diventare soggetto autonomo con sede presso la Scuola Elementare “Edmondo De Amicis” con spazi messi a disposizione dal Direttore Didattico Dott. Mauro Reggio anch’egli tra i soci fondatori.

La storia racconta che, a dispetto di chi non credeva nella iniziativa, il primo anno fu un successo che andò oltre le aspettative superando un centinaio di iscrizioni con l’allestimento dei primi corsi che iniziarono il successivo mese di ottobre. L’Università della Terza Età nacque per creare un movimento di idee nuove che aiutasse quella fascia di età fragile della comunità a mantenere, rafforzare o ampliare il proprio orizzonte conoscitivo, un obiettivo questo che in questi anni non ha mai disatteso, non smettendo di avere fiducia nelle persone convinta che se fosse mancato un luogo, una agorà, un centro culturale dove incontrarsi e confrontarsi, non si sarebbe soddisfatto quel bisogno primario di conoscenza, talvolta nascosto, che appare evidente dalla partecipazione e dall’entusiasmo dei corsisti in tutti questi anni, un costante conferma tanto da convincersi a diventare, dopo pochi anni fondativi, una entità associativa autonoma e dal  2022 un Ente del Terzo Settore (ETS) in conformità al D.lgs. 117/2017.

L’attuale Consiglio Direttivo insediatosi nel 2022 è composto da componenti eletti:

  • Presidente Prof. Gaetano Attivissimo, docente in quiescenza;

Consiglieri

  • Sig. Angelo Raucci, Colonello E.I. in congedo;
  • Dott. Antonio Albanese, Dottore Commercialista;
  • Sig. Michele De Stefano, Colonello E.I. in congedo;
  • Prof. Giuseppe Marinaccio, docente in servizio;
  • Sig. Savino Lomolino, Ispettore Capo di Polizia di Stato in congedo;  
  • Dott. Vitantonio Lacalamita, Giornalista e Direttore di Banca in quiescenza;
  • Prof. Franca Antifora, docente in quiescenza
pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.