Un anno fa la scomparsa di Michele Scandamarro, vero uomo di sport cui ispirarsi dopo la più imbarazzante estate calcistica che Trani abbia mai avuto

0
pubblicità

Un anniversario che arriva nei giorni in cui potrebbe definitivamente calare il sipario sulla più imbarazzante esperienza calcistica che l’estate tranese del calcio abbia mai conosciuto e che qui non appare il caso neanche il caso di richiamare esplicitamente.

Ed allora, mai come in questo momento, stringersi intorno al ricordo di Michele Scandamarro, scomparso esattamente un anno fa il 12 settembre 2019, diventa quanto mai opportuno per ricordare un uomo di calcio genuino che Trani ha avuto e quei valori legati allo sport che Michele ha saputo trasmettere a tanti suoi allievi ed anche a chi ha condiviso esperienze di lavoro e di vita con lui.

Nelle prossime settimane avrà luogo un torneo amichevole per ricordare sia la figura di Michele, sia quella di Giulio Baratta, altro ex giocatore e allenatore del calcio tranese scomparso un anno fa, poco dopo Scandamarro.

Figure cui la Trani calcistica sarà sempre legata e che, oggi più che mai, devono fungere da esempio di come si possa fare calcio sano. A Trani come altrove.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui