Turismo e cultura in Puglia: il futuro si scrive attraverso la sostenibilità, i trasporti e il welfare

Questa mattina è giunta a Trani, al Polo Museale, la penultima tappa di Puglia 3x6x5.

pubblicità

In questo viaggio itinerante ci si è confrontati sul futuro del turismo e della cultura in Puglia per riprogrammare le risorse finanziarie e le strategie turistiche e culturali di Puglia365 e PIIIL Cultura Puglia dal 2023 al 2030.

“In questa provincia – spiega Gianfranco Lopane, assessore al turismo della regione Puglia – possiamo giocare un ruolo importante per continuare a crescere soprattutto rispetto alla qualità dei servizi che dobbiamo integrare. La Puglia dovrà continuare a investire sulla sua offerta balneare ma dovrà sempre di più dettagliare e costruire prodotti turistici complementari che passano attraverso l’enogastronomia, l’offerta culturale, la sostenibilità”.

Secondo Luca Scandale, Direttore Generale di Pugliapromozione, “la Puglia si sta affermando come regione dal punto di vista culturale e turistico ma vogliamo sempre migliorare con la creazione di prodotti nuovi e tramite la sostenibilità”.

Sostenibilità, trasporti e welfare, dunque, sono i tre temi principali per una crescita dal punto di vista culturale e turistico. Aldo Patruno, Direttore Dipartimento Turismo, dice: “La parola chiave della programmazione futura è il welfare: ovvero puntare sul turismo e la cultura per far star meglio le persone. Così con il nostro patrimonio diventiamo più attrattivi nel resto del mondo”.

Presente anche il sindaco di Trani, Amedeo Bottaro, che ha raccontato i passi in avanti che la Puglia e la nostra città hanno fatto negli ultimi anni: “Il gap c’è ancora – dice – ma lo stiamo eliminando con i nostri servizi. Il futuro sarà ancora più roseo del presente”.

pubblicità

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.