Turismo a Trani, Topputo (Con): «Per valorizzarlo serve approccio meglio strutturato»

Le ultime tendenze sulle presenze turistiche nella nostra città e la citazione da parte del Washington Post confermano la bellezza e le potenzialità della nostra città e sono motivo di orgoglio e vanto. Evidenziano l’efficacia dell’azione amministrativa e delle iniziative messe in campo in questi anni.

Tuttavia, insieme ai miei colleghi del gruppo Con, mi piacerebbe portare all’attenzione dell’amministrazione, una serie di idee e suggerimenti, per un approccio turistico più strutturato che coinvolga i vari operatori presenti sul territorio.

In primo luogo è necessaria una mappatura diretta ad identificare ogni elemento di interesse dal punto di vista turstico che prenda in esame vari aspetti del territorio.
Ad esempio è fondamentale valutare l’accessibilità dal punto di vista comunicativo. Quindi un’analisi di com’è percepita la città ed in generale il nostro territorio da un punto di vista turistico e come viene comunicato all’esterno.
Per poi arrivare ad una comunicazione di tipo pratico.
La mappatura è il primo atto per definire un’offerta turistica integrata.

A seguire è necessaria un’analisi delle strutture ricettive presenti per avere informazioni legate alla tipologia di accoglienza, numero di posti letto, numero e tipologie di strutture ricettive ed un’analisi approfondita sull’andamento dei flussi.

Solo dopo possiamo concentrarci su un’analisi di tutto ciò che è presente in termini di attrattive e dei punti di interesse e gli elementi identitari della nostra città e del nostro territorio.
Quali aspetti del nostro turista potenziale possono rappresentare un appeal ed un punto distintivo rispetto a destinazioni turistiche che possiamo definire competitor?

Inoltre, gli eventi fissi a livello locale o di prossimità devono rappresentare un fiore all’occhiello per l’offerta turistica, consentendo di destagionalizzare la stessa.

Una considerazione particolare meritano i negozi storici che rappresentano un valore aggiunto per la nostra città ed identificano tradizioni e territorio.
Vanno tutelati e valorizzati in quanto rappresentano un elemento di attrattività e differenzazione turistica che fa gola soprattutto ai turisti stranieri e ci consentono di mantenere le nostre radici dando spazio al turismo storico e del ricordo.

Con un’attenzione ulteriore ed il coinvolgimento degli operatori turistici della nostra città, Trani avrà un futuro turistico roseo e si potrà trasformare in una destinazione turistica.

Vincenzo Topputo – Gruppo Consiliare Con

pubblicità
pubblicità

3 Commenti

  1. l’ovvietà del post del componente CON Vincenzo Topputo si evince soprattutto nella frase finale – invece di fare elenco dei pii desideri il medesimo Topputo in quanto consigliere comunale in carica si potrebbe spingere oltre ed OSARE proporre perchè siano attuati diversi piani per attrarre turisti.- proprio quegli avvisi di cui parla mi chiedo e gli chiedo come mai non uno di essi è stato messo in pratica se non come libro dei sogni giusto così per far pubblicare a questo giornale l’esistenza “civica”del Topputo stesso e dei suoi colleghi? più praticità e meno chiacchiere politiche-grazie

  2. Ma che significa “approccio meglio strutturato?!?!?”
    Per aumentare il turismo, serve una città più sicura, con meno furti, con meno buche e immondizia per strada, con un porto turistico, con dei trasporti efficienti e posso continuare per altri 10 minuti con l’elenco.
    Questo serve, non l’approccio “strutturato”!!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.