«Tu sei infinito»: Trani, se non fosse integrazione non sarebbe Giullare

Il libero adattamento teatrale di Novecento, di Alessandro Baricco, ha costituito il degno spettacolo del giro di boa del contest teatrale del festival Il giullare 2022, in corso di svolgimento fino a questa sera al centro Jobel in via di Vittorio.

pubblicità

La compagnia Aristotele, di Ascoli Piceno, ha proposto l’altra sera «Tu sei infinito», che mette in scena la storia di un bambino casualmente trovato a bordo di una nave e che ne diventa il prodigioso musicista cui Giuseppe Tornatore ha dedicato il suo celeberrimo «La leggenda del pianista sull’oceano».

Intorno alla figura di Novecento si muovono sul palco tante altre figure, impersonate da attori anche con forti disabilità, ma che sul palcoscenico mostrano tutto il loro impegno nel portare avanti un progetto di integrazione in cui credono ciecamente.

Ieri sera la compagnia La giostra, di Vicenza, ha proposto «Alla fine arriva sempre l’estate» e questa sera la formazione Diversamente in danza, di Verona, già vincitrice di una edizione del Giullare, mette in scena «Zero non vale nulla, ma fa la differenza».

Con questo spettacolo si chiuderà così la competizione teatrale che ha visto provenire a Trani compagnie da tutta Italia – Livorno, Cuneo, Rovereto, Ascoli Piceno, Vicenza e Verona -. Alla giuria il compito di inquadrare l’opera vincitrice del Festival e assegnare gli altri premi speciali per l’emozione, l’allestimento scenico, la migliore attrice ed il migliore attore.

Anche il pubblico, durante la settimana, ha valutato ogni spettacolo: il suo voto inciderà nella misura del 30 per cento su quello della giuria tecnica. La scelta non sarà facile considerando l’alto livello delle rappresentazioni di quest’anno, ma quello che in ogni caso ne viene fuori è un Giullare sempre più avvincente, autorevole e coinvolgente.

Le premiazioni domani sera, alle 21, nel corso di uno spettacolo in piazza Mazzini davanti alla Locanda del giullare.

pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.