«Troppe uscite inaccettabili»: Trani, nove consiglieri chiedono le dimissioni di Carlo Laurora

Desideriamo prendere le distanze, con fermezza, dalle molteplici e inaccettabili dichiarazioni dell’Assessore Carlo Laurora componente della coalizione di centrosinistra.

pubblicità

Le sue affermazioni, che hanno negato l’importanza del Giorno della Memoria e, prima ancora, denigrato il mercato settimanale e l’insegna della caserma della Guardia di Finanza, sono definibili, altresì, come infelici e sconcertanti e non rappresentano il pensiero e i valori di una coalizione di centrosinistra.

È ancora più preoccupante accertare che l’Assessore Carlo Laurora, che è un organo istituzionale di una coalizione di centro sinistra, sia coinvolto attivamente nei tavoli politici di centrodestra a livello provinciale e regionale come confermano le sue dichiarazioni pubbliche in qualità di vice segretario regionale dell’UDC.

Quindi a Trani è Popolari con Bottaro Sindaco (centro sinistra), a Bari Puglia Popolare (centro destra)  a livello Regionale UDC (centro destra).

Tali contraddizioni minano fortemente l’immagine della coalizione che governa la città e meritano da parte di tutti una riflessione sull’importanza che l’azione e l’appartenenza politica sia improntata alla trasparenza e coerenza nei comportamenti pubblici.

Riteniamo, quindi, che la sua presenza all’interno della coalizione sia un capitolo che debba chiudersi con immediatezza.

Confidiamo che, con un gesto dignitoso, l’assessore Carlo Laurora voglia rassegnare le dimissioni da assessore; informando i nostri concittadini, semmai, del contributo politico e amministrativo, e in quale veste lo abbia fatto, che ha dato alla nostra città.

In mancanza assumeremo le conseguenti determinazioni di natura politica.

I Consiglieri Comunali di “CON”

Claudio Biancolillo

Giuseppe Corrado

Vincenzo Topputo

Antonio Loconte

Antonio Befano

Giuseppe Mastrototaro

Luigi Cirillo

Patrizia Cormio

Savino Cormio

Di seguito, per completezza di informazione, le dichiarazioni di Carlo Laurora.

1)“IL GIORNO DELLA MEMORIA

Dopo quello che sta accadendo in Medio Oriente, spero che, da questo momento in poi, si abbia il buon gusto di non festeggiarlo mai più!”

Per noi il Giorno della Memoria è uno dei pilastri fondamentali della nostra storia e della nostra identità. L’Assessore Carlo Laurora, con le sue dichiarazioni, ha confusamente omesso di comprendere il profondo significato di questa giornata, dimostrando una grave mancanza di sensibilità e consapevolezza.

2)”Nell’epoca di Amazon e dei grandi centri commerciali non capisco a cosa serva ancora il mercato settimanale…se non a paralizzare una città…”

Per noi la critica al mercato settimanale dimostra una mancata conoscenza riguardo all’importanza economica e sociale di questa istituzione. Il mercato settimanale rappresenta un punto di incontro vitale per la nostra comunità, sostenendo numerosi commercianti locali e mantenendo viva la tradizione della vendita diretta dei prodotti locali.

3)”NON SIAMO A ZAPPONETA. CON TUTTO IL RISPETTO PER ZAPPONETA.

Mai visto nulla di tanto cattivo gusto. Mi auguro abbiano chiesto il parere della zelante Soprintendenza..”

La disapprovazione verso la nuova insegna luminosa della caserma della Guardia di Finanza è ancora più offensiva ed irresponsabile. L’insegna luminosa non è solo un elemento estetico, ma è anche un segnale tangibile della presenza delle Forze dell’Ordine e della loro dedizione a garantire la sicurezza e la tranquillità dei cittadini.

4) Per le numerose dichiarazioni di appartenenza al Centro destra si si rimanda ai vari articoli sulla stampa.

pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.