Tranincorsa, vincono Selvarolo e Riti fra sport e solidarietà

E’ stata una settimana fantastica e la Tranincorsa XII edizione è stata la giusta conclusione non deludendo gli oltre 700 partecipanti e le centinaia di appassionati tranesi che hanno seguito la gara. La gara era competitiva e tale si è dimostrata su di un percorso a detta degli atleti difficile soprattutto nei tratti con il basolato.

pubblicità

Pasquale Selvarolo e Francesca Riti sono stati i vincitori di questa mezza maratona nazionale, una 12ma edizione di qualità che ha visto il portacolori delle Fiamme Azzurre chiudere con il tempo di 1h04’47” davanti all’atleta dell’Esercito Marco Salami (1h06’40”) ed all’aviere Alessandro Giacobazzi (1h08’07”). Dietro di loro Domenico Ricatti (1h11’46”) e Massimiliano Strappato (1h14’27”). Alla femminile netta affermazione della Riti che ha vinto con il tempo di 1h21’32” davanti a Damiana Monfreda (1h24’41”) e ad Angela Tenerelli (1h33’40”).

La Tranincorsa 2022, Half Marathon, tappa del Corripuglia 2022, giunta alla sua XII edizione è stata organizzata dalla “A.S.D. Atletica Tommaso Assi”, bravissimi tutti i volontari impegnati, con i patrocini della Regione Puglia, del Comune di Trani, CONI e FIDAL, presenti alla giornata Antonio Rutigliano delegato provinciale del CONI, il fiduciario comunale CONI e dirigente della ASD Tommaso Assi Anselmo Mannatrizio, il Presidente dell’ A.S.D. Atletica Tommaso Assi, Giovanni Assi ed il V.Sindaco Fabrizio Ferrante. Presente anche un’ospite d’eccezione a completare il parterre: Michela Assi, figlia di Tommaso Assi (6 gennaio 1935 – 12 giugno 1983), l’indimenticato mezzofondista e allenatore di atletica leggera italiano.

Il motivo conduttore di questa settimana è stata la notizia importante che la città di Trani, grazie all’impegno del primo cittadino e di tutta la macchina amministrativa, sotto lo sprone, il sostegno e la soddisfazione anche della ASD Tommaso Assi, ha posto il primo tassello per la tanto agognata pista di atletica della città, intercettando e aggiudicandosi i fondi del PNRR per lo sport e l’inclusione, all’interno di un progetto di riqualificazione urbana che interesserà il quartiere Sant’Angelo.

Non è mancata la solidarietà, quell’attento sguardo al sociale che caratterizza la ASD Tommaso Assi, anche quest’anno l’appuntamento sportivo ha donato parte del ricavato oltre che al progetto di Raffaele Lavacca, sogno di questa Città ridare a lui una mobilità protesica, anche all’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), è stato infatti aallestito un gazebo in piazza Quercia per poter far conoscere l’AISM alla cittadinanza e per poter donare alcuni manufatti realizzati dai soci. L’intento è stato quello di poter acquistare un mezzo di trasporto utile per l’associazione, partecipando ad una lotteria che ha come primo premio una crociera.

Determinante l’impegno della famiglia Assi, “una famiglia in corsa da sempre”, che dichiara di essere onorata di organizzare nella città di Trani una due giorni, iniziata ieri con la Trani Night Run, dedicata allo sport che, al di là dell’aspetto meramente agonistico, sarà un momento di socialità, aggregativo e ludico, ma soprattutto vettore di valori importanti come quelli solidali.
Uno speciale ringraziamento dell’organizzazione, infine, da parte del presidente Giovanni Assi, è andato a tutte le associazioni che collaborano per la buona riuscita della “TraninCorsa Half Marathon”, ma anche alle istituzioni e alle forze dell’ordine.
Appuntamento all’edizione del 2023.

Nel video le interviste agli atleti, a Giovanni Assi, Fabrizio Ferrante.

pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.