Trani, verso il consiglio comunale: alla giunta mancherebbe solo un nome. Di Gregorio vice presidente del consiglio, Paolillo confermato

pubblicità

Si avvicina il primo consiglio comunale, in programma martedì prossimo, 17 novembre, ed il quadro delle cariche elettive e nomine fiduciarie è quasi completato. Allo stato è confermata al 100 per cento la nomina di Giacomo Marinaro quale presidente del consiglio, poiché consigliere più suffragato in assoluto, nella maggioranza e nel partito di maggioranza relativa che è il Partito democratico.

Il vice presidente dell’assemblea sarà quasi certamente l’assessore all’ambiente uscente Michele di Gregorio, della lista Bottaro sindaco, che si sarebbe proposto per tale carica anche in forza dei tre consiglieri della lista e nei confronti del quale nessuno della maggioranza avrebbe posto elementi ostativi.

Il capogruppo del Partito democratico dovrebbe essere Patrizia Cormio, poiché si vuole confermare il suo diritto con riferimento alla cifra individuale elettorale che ne fa la terza degli eletti nella lista. Poiché Marinaro sarà eletto presidente e Ferrante, secondo, sarà nominato assessore e vicesindaco, ne discende che Cormio sarà certamente il capogruppo del partito di maggioranza relativa.

Quanto alla formazione della giunta, resta fermo il principio per cui Bottaro avocherà a sé un assessore e se ne farà indicare uno ciascuno dalle otto liste della sua coalizione rappresentate in consiglio. Nelle prossime ore ci sarà un incontro di maggioranza, valido anche come pre consiglio, utile a smussare le ultime spigolature in merito alla formazione dell’esecutivo e delle commissioni da eleggersi durante la riunione di martedì prossimo.

Allo stato la giunta sarebbe la seguente: Fabrizio Ferrante (Pd), assessore all’urbanistica e vice sindaco; Carlo Laurora (Popolari con Bottaro), Polizia locale; Raffaella Merra (Bottaro sindaco), ambiente; Francesca Zitoli (Puglia solidale e verde), cultura e istruzione; Fabrizio Sotero (Solo con Trani futura), personale e affari istituzionali); Alessandra Rondinone (Sud al centro), contenzioso; Marina Nenna (Con Emiliano), attività produttive; Luca Lignola (espressione di Bottaro), bilancio. Bottaro manterrebbe per sé le deleghe a servizi sociali e Piano di zona.

Manca il nono assessore, che sarà indicato dalla lista Con Emiliano in accordo con la lista Prima di tutto Trani, che esprimerà la conferma di Giuseppe Paolillo quale Amministratore delegato di Amet Spa.

Qualora gli otto assessori supposti siano confermati, vi sarebbero le prime surroghe in consiglio comunale: al posto di Fabrizio Ferrante entrerebbe Anselmo Mannatrizio; al posto di Raffaella Merra Antonio Angiolillo; al posto di Francesca Zitoli Luca Morollo; al posto di Marina Nenna Leo Amoruso.