Trani, quello che resta del parcheggio sotterraneo di piazza XX Settembre

Oggi, grazie ad una mia richiesta formale, sono entrato nel parcheggio sotterraneo di piazza XX Settembre. Impianti distrutti o inesistenti, infiltrazioni di acqua che provengono dalla piazza sovrastante praticamente ovunque. A un certo punto mentre mi inoltravo nel buio, ho pensato a quanto fosse grande e a quante macchine potevano entrarci e allo stesso tempo a quanta fosse bassa la volta.

Una sensazione di frustrazione e di impotenza nel pensare ai danni che può fare la cattiva gestione dei soldi pubblici. E pensare che questa piazza è stata inaugurata ben due volte, prima da Avantario e poi da Tarantini. Ritengo che l’importo che hanno stanziato nel project financing sia basso rispetto a quello che ci vuole veramente. Ma oggi ho detto al tecnico che ci ha accompagnati, che è giunto il momento di fare una volta per tutte luce sulla faccenda e di capire quanto costa veramente rendere operativa un’opera che allo stato attuale è uno scempio causato dalla cattiva politica ai danni di tutti i cittadini tranesi.

Vi devo confessare che per entrare lì dentro ci voleva un certo coraggio, ma l’ho fatto per una questione di principio e affinché tutti i cittadini sapessero e soprattutto vedessero.

Vito Branà, consigliere comunale