Trani, pericolosa fuga di gas in uno stabile di via Pisa: i carabinieri evitano il peggio

pubblicità

Un crescente odore di gas avvertito sia nell’edificio stabile, sia all’esterno: inevitabile l’allarme lanciato da alcuni residenti di uno stabile di via Pisa ieri mattina, alle 7.30, a Vigili del fuoco e carabinieri per invocare un intervento a salvaguardia della pubblica incolumità.

I primi a giungere sul posto sono stati proprio i militari della Compagnia di Trani i quali, accertato il pericolo e localizzata la fonte delle emissioni, hanno bussato alla porta dell’appartamento dal quale il gas si stava propagando.

L’unica accortezza che i carabinieri hanno avuto è stata quella di salire a piedi, non accendere luci del pianerottolo e non suonare il campanello, ma bussare con forza a quella porta.

Tanto è bastato per destare dal sonno una donna, che aveva lasciato un fornello del gas aperto e si era addormentata: i carabinieri hanno chiuso la manopola della cucina, fatto arieggiare la casa e chiamato il sia 118, per verificare le buone condizioni della donna, sia gli operatori di 2iretegas, per la verifica del corretto funzionamento dell’impianto.

Nel frattempo alcuni condomini erano scesi in strada per paura, ma tutti sono stati unanimi nel ringraziare i militari per il loro tempestivo intervento: «L’aria nello stabile era veramente satura di gas e davvero abbiamo tutti rischiato il peggio. I carabinieri intervenuti – fa sapere il signor Vincenzo – sono stati in grado di risolvere la pericolosa situazione con professionalità, evitando danni e riuscendo a districarsi nonostante i rischi. Per l’ennesima volta sono state salvate vite umane grazie al coraggio dei nostri militari, che vogliamo pubblicamente ringraziare per non avere esitato ad intervenire salvaguardando l’incolumità delle persone indifese».