Trani, in tre sfidano il pericolo salendo su San Domenico. Foto e video

Hanno rischiato di incappare in conseguenze davvero serie i tre ragazzi che ieri sera sono saliti sul tetto della chiesa di San Domenico, a 15 metri di altezza, utilizzando le scalette di servizio del presidio di sicurezza del timpano della chiesa stessa.

pubblicità

Un cittadino è riuscito a riprendere quello che stava accadendo proprio mentre i giovani iniziavano la fase di discesa, forse perché scorti e/o richiamati da qualcuno, almeno a giudicare dalla velocità con cui tutti e tre impegnano le scale per ritornare sul sagrato della chiesa.

La facciata di San Domenico è stata dichiarata pericolante e, già prima che la chiesa chiudesse, all’inizio del 2018 era cinta da un presidio di sicurezza fatto da un sistema di impalcature che tuttora è rimasto in piedi soprattutto dopo che, a seguito del terremoto del 2019, dal timpano dell’edificio religioso era caduto un pinnacolo frantumandosi al suolo.

Come è noto, la chiesa è anche ulteriormente circondata da un sistema di orsogril che impedisce l’accesso verso la facciata del luogo di culto. Ma i tre giovani, incuranti di tutto, non soltanto vi hanno fatto accesso ma addirittura, per quella che non può che essere liquidata come la classica bravata, hanno deciso di passare una parte della loro serata sulla sommità della chiesa sfidando i divieti, i pericoli e la buona sorte.

L’autore del video ha chiamato Polizia locale e di Stato, ma gli unici che in qualche modo sono intervenuti sul posto sono stati gli agenti della Polizia penitenziaria del carcere femminile, che hanno richiamato con i tre giovani i quali poi sono fuggiti verso il boschetto della villa comunale.

pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.