Trani, il Maggio dei libri: tutto pronto per l’undicesima edizione

Anche quest’anno torna l’occasione che permette di coniugare creatività e amore per la lettura: tra il 23 aprile e il 31 maggio torna “Il Maggio dei Libri!”.

Nell’anno dedicato alle celebrazioni per il 700° anniversario della sua morte, celebra Dante Alighieri declinando l’amore, uno dei temi cardine della sua produzione, in tre filoni ispirati ad alcuni dei più celebri versi: “Amor… ch’a nullo amato amar perdona“, “Amor… che ne la mente mi ragiona” e “Amor… che move il sole e l’altre stelle“.

Come ogni anno la libreria Miranfù aderisce all’iniziativa nazionale e lo fa con il progetto “Amor…” che prevede la realizzazione di un evento web dedicato ai ragazzi/e di Scuola Primaria e Secondaria di primo grado, scegliendo la terza declinazione tematica: “Amor… che move il sole e l’altre stelle“, ispirata ai temi legati a letteratura, filosofia, religione, divulgazione scientifica e salvaguardia ambientale, portando l’amore a esprimersi come desiderio di conoscenza, cura e tutela di ciò che ci circonda. In programma tre incontri gratuiti con altrettanti scrittori e poi laboratori, consigli di lettura per l’estate e tanto altro.

Si parte il 7 maggio con Anna Lavatelli per parlare di “I mostri dell’inferno. In viaggio con Dante” (collana “Le rane” – Interlinea edizioni), un inaspettato viaggio nel girone infernale, alla scoperta dei suoi mostri, da Cerbero a Caronte, da Minosse al Minotauro, che riprendono vita e si lagnano, lanciano invettive, raccontano il loro duro lavoro.

Il 13 e il 14 maggio tantissimi ragazzi/e di Trani incontreranno Annalisa Strada per conoscere più a fondo tre grandissimi della letteratura come Dante, Manzoni e Omero. L’Odissea, il mar Mediterraneo e gli egiziani saranno protagonisti degli incontri con Stefano Bordiglioni, ispirati a “All’ombra delle piramidi” (Einaudi ragazzi) e a “Il mistero della vera storia di Ulisse” (Pulce edizioni).

A fine maggio toccherà ad Elisa Mantoni, responsabile della sezione pugliese di Artebambini (e di Miranfù), il compito di chiudere in bellezza con un laboratorio creativo e con il suo libro “Benvenuti a Trani”.

E allora lasciamoci invadere dalla primavera, dalla voglia di voltare pagina e, soprattutto, lasciamo che “Amor” sia, quello che alla fine vince sempre e che è il più autentico eroe dantesco, e richiama anche il profondo legame che si crea fra libri e lettori, fra le storie scritte e le esperienze sempre diverse che se ne hanno leggendole.