Trani, il 20 ottobre la festa della chiesa diocesana. Il vicario generale Pavone: «Perseguiamo l’obiettivo di una chiesa con il sapore di una casa»

pubblicità
La festa della chiesa diocesana si terrà, come ogni anno, il 20 ottobre e culminerà con la celebrazione eucaristica delle ore 19.30, nella Cattedrale di Trani. Lo ha comunicato in una lettera ai fedeli Mons. Giuseppe Pavone, Vicario Generale dell’Arcidiocesi, di cui si porge il testo integrale:
«Carissimi, martedì 20 ottobre p.v. alle ore 19.30 celebreremo la festa della dedicazione della Chiesa Cattedrale della nostra diocesi durante una celebrazione eucaristica presieduta dall’Arcivescovo a cui sono invitati, secondo le regole in vigore che richiedono una partecipazione contenuta di persone, tutti i presbiteri e diaconi, i componenti del Consiglio Pastorale Diocesano, i Vice Presidenti dei Consigli Pastorali Parrocchiali, alle rappresentati dell’USMI, il Presidente della Consulta laicale, il Presidente diocesano di Azione Cattolica. I canali televisivi 190 Easy Tv e Amica 9 assicureranno la diretta per raggiungere quanti non potranno essere fisicamente presenti.
Nello stesso giorno, alle ore 17.00 con diretta sui canali social della diocesi ci sarà una conferenza stampa di presentazione del programma annuale sulla priorità “Chiesa povera per i poveri: comunione con il fratello/sorella” da parte dell’Arcivescovo e dei direttori degli uffici pastorali. La concomitanza delle due iniziative ci ricorda l’obiettivo che siamo chiamati a perseguire globalmente in questo triennio: diventare sempre più “una chiesa che ha il sapore della casa; una casa che ha il profumo della chiesa”.
Come ci ricorda la conclusione degli orientamenti pastorali “la nostra ammirata cattedrale di Trani, spesso paragonata a una imbarcazione ormeggiata, è pronta sempre a ripartire. La chiesa diocesana da essa rappresentata, ricca della sua storia di fede antica e sempre nuova, è invitata anche oggi a “riprendere il largo” (cf Mt 5,4) a “uscire” dalle proprie sicurezze per una nuova tappa evangelizzatrice del nostro territorio”».