Trani… e tre: vandalizzata anche la pensilina bus di piazza Gradenigo. Distrutto pure quel che rimaneva della cabina telefonica di piazza Indipendenza

pubblicità

Non c’è due senza tre e così i vandali, dopo quelle di via Nicola da Trani e corso Matteo Renato Imbriani, ieri hanno vandalizzato anche la pensilina di attesa del bus di piazza Gradenigo.

Agli occhi dei passanti si è presentata la stessa scena dei giorni precedenti, con frammenti di vetro sparsi sulla pavimentazione a seguito della violento assalto al manufatto. Come sempre, nel giro di poche ore gli operatori di Amiu hnno ripulito tutto.

Come se non bastasse, probabilmente la stessa gang ha completato la distruzione della cabina telefonica di piazza Indipendenza, già da tempo vandalizzata, frantumandone gli ultimi residui di vetrata che erano nella loro disponibilità. A riferire ciò, alcuni residenti della zona.

Resta inspiegabile l’accanimento di questi balordi contro gli elementi di arredo urbano, circostanza di cui continueremo a riferire a dispetto di chi invoca che non se ne parli,onde evitare lo spirito di emulazione e l’effetto adrenalina sulla stessa, possibile banda.

Al contrario, perché una comunità abbia sempre a mente ciò che non va fatto, un organo di informazione è tenuto a documentare ciò che accade, quando ha elementi per farlo, e non a voltarsi dall’altra parte per ipotetici fini preventivi.

Peraltro, dopo che siamo a parlare tre volte dello stesso problema per tre episodi diversi, forse gli organi deputati ai controlli avranno qualche motivazione in più per intervenire e porre fine – loro sì -, con provvedimenti adeguati nei confronti dei responsabili, affinché cessiamo di scrivere in merito a ciò perché, a qual punto, qualcuno avrà pagato per le sue colpe.