Trani, completata l’installazione di sessanta targhe toponomastiche

Con dedicati fondi di bilancio comunale sono state installate 60 nuove targhe toponomastiche lungo il territorio comunale. L’intervento, in particolare, ha riguardato il riordino generale e la qualificazione della zona di Capirro e dell’area La Pietra, sulla scorta dei più recenti provvedimenti deliberativi in materia di toponomastica.

pubblicità

Complessivamente sono state apposte 53 paline in ferro zincato (con relative targhe in alluminio), 4 targhe in alluminio e sono stati collocati 3 pali ornati. 

Particolarmente atteso l’intervento nella zona sud della città dove, per altro, sono state denominate moltissime vie ad illustri personaggi della storia di Trani: lo storico Guido Malcangi, l’atleta olimpionico Giuseppe Palmieri, l’ammiraglio Ugo Balducci Riccitelli, l’aviatore Pietro Lettini, l’umanista Raffaello Stea, Raffaello Piracci, solo per citarne alcuni.

Nell’area La Pietra si è scelto di riproporre per alcune targhe la stessa metodologia e gli stessi materiali utilizzati nelle prime installazioni mediante pali ornati. In quell’area troano posto, tra gli altri, lo storico umanista Benedetto Ronchi, lo storico locale Giuseppe Amorese, il presidente della Corte dei Conti Ferdinando Carbone.

Nella zona nord di recente realizzazione è stata posta la targa toponomastica in ricordo del partigiano Andrea Esposito mentre sulla direttrice per Andria è stata posta quella per ricordare Vincenzo Pappalettera, scrittore deportato nel campo di concentramento di Mauthausen.

pubblicità

2 Commenti

  1. Fin dal lontano anno 2006, richiesi al Comune di Trani l’intitolazione di una strada e/o piazza a nome di mio padre, Cantatore Niccolò, caduto in Russia nel 1943 ed insignito dal Presidente della Repubblica, Ciampi, di Croce al Merito di Guerra per l’alto sacrificio culminato con la morte e medaglia con due stellette d’argento da parte dell’Unione Nazionale Italiana Reduci Russia (UNIRR).
    Leggere queste nuove intitolazioni, più che meritate, fa sorgere in me un sentimento di amarezza, visto che la mia richiesta non ha ricevuto nessun tipo di riscontro da parte degli organi preposti.
    D’altronde la sorte di mio padre è a voi ben nota, avendo avuto la premura e cortesia di pubblicarla sulla vostra rivista, anno XXXII, n.17 del 29.09.2023.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.