Trani, “assessori autoreferenziali”: Biancolillo si dimette da capogruppo di Con

Con la presente comunico le mie dimissioni dalla carica di Capogruppo del gruppo consiliare “Con Emiliano”. Tale decisione è motivata dalla oggettiva circostanza che, nonostante gli sforzi e le sollecitazioni del coordinatore cittadino,  i due assessori espressione del movimento (Nenna e Martello, ndr) hanno agito in modo assolutamente autoreferenziale, e senza mai coinvolgere nelle decisioni il gruppo consiliare.

Quale capogruppo ho dovuto prendere atto dell’inutilità delle mie continue sollecitazioni e degli insistenti e vani suggerimenti, volti a rendere il lavoro quanto più collegiale e  più proficuo possibile per l’interesse della nostra comunità.

Le mie dimissioni, pertanto, si rendono necessarie per tentare di stabilire un rapporto di dialogo tra assessori e consiglieri del movimento e una maggiore compattezza, nonché per la tutela della dignità istituzionale (e non solo) del gruppo consiliare. Gruppo Consiliare che ha potuto conoscere il contenuto delle decisioni degli assessori del proprio movimento, solo grazie alla cortese comunicazione di qualc persona espressione di altri movimenti, e mai dai propri assessori.

Purtroppo, interessi egoistici e smodate ambizioni personali di alcuni,  hanno finito con il prevalere sull’interesse del movimento, della collegialità e della crescita equilibrata dello stesso. Questo denota la poca considerazione del mio ruolo di capogruppo che mi costringe a rassegnare irrevocabilmente le mie dimissioni da tale ruolo, rappresentando comunque la mia volontà di continuare, quale consigliere comunale, a garantire il mio apporto e impegno al progetto politico di questa Amministrazione guidata dal sindaco Amedeo Bottaro, e ad essere un leale e solido punto di riferimento per tutti i cittadini che hanno condiviso con me questo percorso.

Trani, 20 novembre 2021

 

Il Consigliere Comunale

Claudio Biancolillo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui