Trani, approvato il progetto contro gli sprechi alimentari: in arrivo una moneta virtuale

Nei giorni scorsi è giunta la notizia dell’ottenimento del finanziamento regionale di 50.000 € per la realizzazione del progetto di lotta agli sprechi alimentari “Solidarity Coin”.

Un progetto frutto del lavoro di co-progettazione tra enti del terzo settore e l’Ufficio di Piano di Zona diretto dall’Dott. Alessandro Attolico, un risultato che si è potuto raggiungere anche grazie all’operato basato sulla trasparenza, cooperazione e condivisione con le realtà sociali del territorio dell’assessore Eugenio Martello 

“SolidarityCoin” è una sperimentazione di superamento  dell’approccio caritativo-assistenziale di intervento nella povertà, introducendo l’elemento della reciprocità dell’intervento di aiuto, rendendo gli ultimi, leva di miglioramento delle condizioni di tutti. Si prova   a trasformare  il servizio di recupero e distribuzione di generi alimentari della filiera “no spreco” sul territorio in un modello di innovazione sociale attraverso la realizzazione di una “moneta del tempo dedicato alla comunità” . Essa, grazie alla sua flessibilità e specificità territoriale, potrà essere agevolmente indirizzata dove la comunità sente maggiore bisogno di intervenire. All’interno del sistema locale di scambio, le transazioni si regoleranno mediante addebito ed accredito di una moneta virtuale, creata appositamente per il sistema. Quest’ultima diventa uno strumento pratico con cui dar vita ad un sistema sociale di scambio complementare che, a  sua volta, diventa un modo per provare a costruire  vere relazioni sociali, ormai imprescindibili sul nostro territorio. 

In termini operativi con questo progetto, in accordo con i servizi sociali territoriali, si attiverà un sistema di moneta completare il “Solidary Coin” che potrà essere acquisita attraverso l’attività di volontariato e permetterà alle persone più deboli del territorio sia di avere accesso a beni e servizi, sia di riconquistare un ruolo attivo nella società in prima istanza nella raccolta e distribuzione degli alimenti , ma anche in fase di sviluppo progettuale in interventi di miglioramento del decoro urbano e di cura dei beni comuni.   

Vincenzo di Cugno – gruppo di coprogettazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.