Trani 2020, ecco il facsimile della scheda elettorale. Le modalità del voto

0
pubblicità
Sono finalmente ufficiali i facsimili delle schede elettorali in vista delle elezioni amministrative dei prossimi 20 e 21 settembre. Li attendevano con ansia, soprattutto, i candidati al consiglio comunale di Andria, Trani e Trinitapoli, vale a dire le tre città della Bat in cui si voterà, per completare i loro «santini» elettorali.
Ebbene, sulla base dei sorteggi già effettuati le scorse settimane per la disposizione delle liste su scheda e manifesto elettorale, ecco come si presenterà il foglio azzurro da introdurre nell’urna delle comunali di Trani, che rispetto ad Andria ha un candidato sindaco in meno (4 contro 5), ma sempre 20 liste pur avendo una popolazione bene inferiore.
In alto a sinistra c’è Amedeo Bottaro, sindaco uscente sostenuto da Solo con Trani futura, Sud al centro, Puglia solidale, Partito democratico, Bottaro sindaco, Popolari con Bottaro, Con Emiliano, Prima di tutto Trani, Trani sociale.
Nella parte in basso a sinistra c’è Filiberto Palumbo, candidato alla carica di sindaco supportato da Forza Italia, Fratelli d’Italia, Filiberto Palumbo sindaco e Lega
In alto a destra figura Vito Branà, sostenuto dal solo Movimento 5 stelle. Immediatamente sotto c’è Tommaso Laurora, candidato sindaco di Trani in comune, Italia viva con sì a i giovani, Trani decide, Tommaso Laurora sindaco, Trani vera, La Trani che vogliamo.
Si può tracciare un segno solo sul candidato sindaco, ed in questo caso il voto viene attribuito solo al candidato sindaco.
Si può tracciare un segno solo su una delle liste collegate al candidato sindaco o anche sia sul candidato sindaco che su una delle liste collegate al medesimo candidato sindaco: in entrambi i casi il voto viene attribuito sia al candidato sindaco, sia alla lista di candidati consiglieri.
Si può esprimere il voto disgiunto, tracciando un segno sul candidato sindaco ed un altro segno su una lista non collegata: in questo caso il voto viene attribuito sia al candidato sindaco, sia alla lista non collegata.
Inoltre è possibile esprimere due preferenze per i candidati a consigliere comunale, scrivendone il cognome nelle apposite righe tratteggiate poste al di sotto del contrassegno di lista. In caso di espressione di due preferenze, queste devono riguardare una candidata di genere femminile ed un candidato di genere maschile (o viceversa), pena l’annullamento della seconda preferenza.
È eletto sindaco al primo turno il candidato che ottiene la maggioranza assoluta dei voti validi (almeno il 50% più uno); qualora nessun candidato raggiunga tale soglia si tornerà a votare domenica 4 e lunedì’ 5 ottobre per il ballottaggio tra i due candidati più votati.
Le operazioni preliminari degli uffici elettorali si svolgeranno a partire dalle 16 di sabato 19 settembre. La votazione si svolgerà nei giorni di domenica 20, dalle 7 alle 23, e lunedì 21, dalle 7 alle 15. A seguire gli scrutini di referendum e regionali, mentre dalle 9 di martedì 22 settembre avverrà lo spoglio delle comunali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui