Tranesi, suggerimenti per il weekend?

Perché di restare in città proprio non se ne parla. A meno che non abbiate una villa fuori, o decidiate di non entrare in città dal venerdi al lunedi successivo, Time Square a New York è piò ordinata e meno caotica. Organizziamo dei pacchetti turistici, ora che si può, per andare fuori ogni weekend, all’aperto, sabato e domenica, per lasciar posto a orde affamate di posti auto e scivoli per disabili che provengono dalle zone limitrofe.

pubblicità

Immagino già i commenti: no, non ho nulla contro i visitatori della domenica che amano la nostra città, anzi; orde di persone civili in visita le accolgo io personalmente agli ingressi della città con limonata e succhi di frutta, ultimo ballo di gruppo sulla base di Magia di Alvaro Soler, come in una accoglienza in villaggio turistico: “Buongiorno, di dove siete? Quanto restate? Le suggerisco questo e quello, succhino? Tornate a trovarci presto!” Purtroppo non funziona cosi. Se vi ricordate la trama di Terminator, in un futuro distopico una rete nota come Skynet raggiunge l’autocoscienza ribellandosi all’umanità e scatenando un olocausto nucleare, e John Connor è il leader di un movimento di resistenza che cercherà di vincere la guerra contro le macchine.

Nel nostro presente le stesse macchine provenienti nel weekend (non turisti, facciamo distinzione) raggiunge il centro città ribellandosi all’umanità, al residente, scatenando il panico generale: auto sui marciapiedi, dentro i portoni, traffico in tilt, urla e schiamazzi in zone residenziali, pensando che la civiltà sia terminata e lasciando, al mattino del lunedì, un deserto fatto di prodotti di scarto del loro weekend, e su Facebook un album di foto dal titolo “serata pazza a Trani”. Non una Ztl per residenti e turisti, non un parcheggio, non una logistica sostenibile per la città e i residenti, nè la possibilità di tamponare la situazione con le forze dell’ordine: fanno ciò che possono, ma sarebbe come voler fermare il vento con le mani.

E non facciamo l’errore di pensare che il Terminator arrivi in pullman: può arrivare con qualsiasi mezzo, anche con un Porsche nuovo di zecca da 132.580 euro di listino, parcheggiarlo in via Ognissanti, uscire in camicia Ralph Lauren, spendere 1000 euro in una serata, e ricevere una multa da 50 euro che per lui consta in un semplice caffè. Andrà via sgommando e ridendo del popolo di Trani che non è riuscito a individuare un John Connor, un capo della resistenza, che faccia vincere gli umani rispetto alle macchine. E c’è ancora il divieto di circolazione dopo le 23.

Che significa che a luglio e agosto le macchine saranno dei Tranformers che ruggiscono ed emettono Bella Bionda di Francesco D’Aleo ft. Daniele De Martino (76 milioni di visualizzazioni su Youtube, onore al neomelodico napoletano) alle 5 del mattino sparati a 180 decibel (a quei decibel, i vetri della mia finestra vibrano a ritmo di musica). Se non ce ne siamo ancora accorti, al momento vincono le macchine, e i turisti, che dopo la pandemia cercano tranquillità ed esperienze sul territorio, parlano e si confrontano, e mentre vincono le macchine e noi pensiamo a quanto è bella la nostra Trani, stanno già scappando via.

pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.