Terlizzi rimontato al quinto, Trani ai playout in fiducia

Un 3-2 ricco di emozioni quello andato in scena al tensostatico Ferrante di Trani tra Lavinia Group Volley Trani e Asd Zest Terlizzi. La squadra barese, prima in classifica, ha dominato i primi due set sfruttando errori delle biancoazzurre . Tra secondo e terzo set le tranesi hanno finalmente tirato fuori le unghie e hanno dimostrato sul campo la grinta che ha permesso loro di raccogliere sempre punti dagli scontri diretti con le prime della classe. Grande contributo è stato fornito anche dal pubblico che ha infiammato le atlete in campo fino all’ultimo punto del quinto set. Con l’assenza del libero Gabriella Randolfi, coach Mazzola si è affidato a Stefania de Robertis improvvisata libero, mentre Sabrina Sfregola, classe 2009, ha esordito come opposto nella formazione titolare. L’inizio della Lavinia Group Volley Trani non è stato dei migliori. La Zest, complice numerosi errori delle tranesi in fase di ricezione, ne ha approfittato per portarsi in vantaggio con un netto +11 e mantenerlo fino alla fine del primo set che si è concluso sul 14-25.

pubblicità

Copione invariato nella seconda frazione di gioco: la Zest ha mantenuto il controllo del gioco, mentre le giocatrici di casa hanno provato a mischiare le carte in tavola iniziando a sfruttare le imprecisioni della seconda linea avversaria. Reazione tranese che è passata per le mani delle centrali Gambardella e Dileo e qualche prima prova generale con le schiacciate del capitano Giusy Miranda. Nonostante i primi segni incoraggianti, il tabellone ha fissato il punteggio sul 17-25Turning point della gara è stato proprio il terzo set. Le giocatrici tranesi hanno tirato fuori la carica agonistica che ha permesso loro di giocare ogni pallone con maggiore serenità. Bene la fase di ricezione che, prese le misure delle avversarie, si è dimostrata precisa ed efficaceSara Grassi ha finalmente ricevuto palloni giocabili che ha poi scaricato sulle entrambe le bande. Come anticipato, sono salite in cattedra finalmente il capitano Miranda e Francesca Mitoli che hanno mandato fuori causa in più occasioni il muro avversario e fatto tremare la difesa avversaria. Conquistato il vantaggio, le giocatrici di casa sono state brave a mantenerlo anche negando situazioni pericolose sui cambi palla. (25-19)

Il quarto set ha confermato il momento positivo della Lavinia Group Volley Trani che ha creduto nei propri mezzi e ha premuto il piede sull’acceleratore, portandosi in vantaggio sul 5-1. Poi un paio di errori hanno momentaneamente permesso alla Zest di accorciare lo svantaggio. Gap che si è nuovamente allargato grazie al rinnovato vigore degli attacchi sulle bande. Nulla da fare quindi per le avversarie che hanno potuto raccogliere punti solo su alcune sbavature della ricezione tranese. Nelle fasi finali le giocatrici ospiti hanno tentato la reazione d’orgoglio, ma le biancoazzurre sono state in grado di mantenere il pericolo a distanza, riuscendo ad aumentare il gap, con una serie di servizi vincenti di Sara Grassi (+ 6) e Giusy Miranda (+ 4), concludendo la quarta frazione di gioco sul 25-17. Arrivati al tie break, dopo una battaglia punto a punto nelle primissime fasi, la Lavinia Group Volley Trani ha nuovamente costretto la Zest a difendersi a ranghi serrati, prima fino all’8-2 e, dopo il cambio di campo, fino al 14-4. Inutile lo sforzo finale delle ospiti che hanno rifilato tre punti fino al definitivo match point.

pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.