Teatro diffuso in città: venerdì la presentazione del format

Venerdì 6 maggio alle 10.30 a Palazzo Beltrani è in programma la conferenza stampa di presentazione del progetto “Città dei miti” realizzato dall’assessorato alle Culture della Città di Trani e dal Teatro Pubblico Pugliese e prodotto dalla Compagnia Teatro dei Borgia in coproduzione con il CTB, il centro teatrale bresciano e teatro stabile del Friuli-Venezia Giulia.

pubblicità

Alla conferenza parteciperanno Amedeo Bottaro (sindaco di Trani), Francesca Zitoli (assessore alle Culture del Comune di Trani), Giuseppe D’Urso (presidente del Teatro Pubblico Pugliese), Sante Levante (direttore del Teatro Pubblico Pugliese) e Gianpiero Borgia (co-direttore di Teatro dei Borgia).

Dal 17 al 22 maggio in città andrà In scena la trilogia di spettacoli della Compagnia Teatro dei Borgia, un’azione d’arte politica che attraversa la città e accompagna gli spettatori nei luoghi dell’emarginazione, illuminando angoli del panorama urbano attraverso il cono di luce del Mito: Eracle l’invisibile, Filottete dimenticato e Medea per Strada andranno in scena in luoghi dedicati al recupero e all’inclusione.

Il progetto nasce infatti proprio per ripensare l’offerta teatrale della città di Trani e i suoi luoghi, rendendo attori non solo gli operatori socioculturali, ma anche coloro che sono a stretto contatto con le fragilità umane, studentesse e studenti, gli esperti più appassionati della storia e delle sperimentazioni teatrali, per dimostrare che la cultura dell’inclusione sociale è la giusta strada per ricucire il tessuto urbano e cittadino.

Il tutto in un teatro diffuso in città tra piazza Mazzini, dove sarà allestita una tensostruttura, l’area dell’ex ospedaletto pediatrico, la Locanda del Giullare e la sede di Oasi 2.

Al progetto hanno collaborato tra gli altri Fondazione Casillo, Oasi2, La Locanda del Giullare, Engramma, Hast(arci), Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, Liceo classico, linguistico e scienze umane “F. De Sanctis” Trani. Si ringraziano Paideia APS, Centro Jobel, Save – centro antiviolenza, Carcere femminile e Arkadihub.

pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.