Teatro a corte al Beltrani, «Non sono un gigolò» ne eleva ancora il livello

La Rassegna Teatrale nazionale “Teatro a Corte” di Palazzo delle Arti Beltrani, che ha l’obiettivo la promozione dell’arte degli spettacoli amatoriali e lo sviluppo culturale della comunità attraverso la sua conoscenza , ha recuperato lo spettacolo “Non sono un gigolò” della dello scorso 8 luglio, non andato in scena per motivi meteo, è stata la volta delle Compagnia di Visciano (NA) che deliziato e divertito non poco il pubblico presente, candidandosi prepotentemente alla vittoria finale.

pubblicità

La compagnia “Camomilla a Colazione” nasce nel 2007 a Visciano, in provincia di Napoli, dal sogno e dalla passione di un gruppo di amici amanti del teatro ed ogni anno si impegna ad allestire e produrre spettacoli teatrali che vanno dal comico al drammatico, dal classico al moderno. Il lavoro che hanno presentato a Trani “Non sono un gigolò”, tratto dal testo di Sasà Palumbo con la regia di Felice D’Onofrio, è stata farsa dal cuore moderno che ha affrontato tematiche serie in modo apparentemente leggero, portando alla riflessione gli spettatori con i suoi richiami agrodolci al tema della disoccupazione e della corruzione, dell’omosessualità e dei capricci del destino. La storia ha descritto le vicende di un cuoco napoletano che, ad un tratto, vede cambiare la sua vita per effetto di un’improvvisa visita dell’Asl e della Guardia di Finanza. Dopo aver perso il proprio ristorante tenta il suicidio. In “Non sono un gigolò” c’è il tentativo, riuscito, di provare a far capire alla gente che bisogna avere la forza di combattere e di non arrendersi mai. La commedia ha visto in scena una girandola di attori: Gianfranco Santorelli, il protagonista, con Felice D’Onofrio nelle vesti, oltre che di attore, anche di regista dello spettacolo, Luigi Scafuro, Antonio La Manna, Ilaria D’Elia, Emanuela Carifi, Giusy La Manna, Ilaria D’Elia e Nicola Pandico.

Teatro a Corte gode del patrocinio della U.I.L.T. (Unione Italiana Libero Teatro) Nazionale e U.I.L.T Puglia, in collaborazione con Compagnia dei Teatranti A.P.S. di Bisceglie e rientra nelle attività cofinanziate dal piano triennale dell’assessorato alle Culture della città di Trani. Il cartellone teatrale fa parte della stagione di eventi 2022 del Palazzo delle Arti Beltrani, prodotta dall’Associazione Delle Arti con il patrocinio di Costa Sveva e del Festival internazionale Castel dei Mondi di Andria, con il sostegno della Regione Puglia e della Città di Trani.

Nel video le interviste a Felice D’Onofrio, Gianfranco Santorelli ed a Niki Battaglia che ripercorre la genesi della Rassegna e l’intitolazione premio dedicato a Giovanni Macchia (Trani 1912 – Roma 2001), illustre critico letterario, saggista e accademico italiano di origini tranesi. Il prossimo appuntamento è per il 22 luglio con “Sesso e Gelosia” della Compagnia Terzo Millennio di Cengio (SV), sarà l’ultimo spettacolo della rassegna Teatro a Corte 2022, sarà la serata che decreterà il vincitore del premio intitolato a Giovanni Macchia (Trani 1912 – Roma 2001), illustre critico letterario, saggista e accademico italiano di origini tranesi.

Per prenotare: È possibile acquistare i biglietti direttamente presso il botteghino del Palazzo delle Arti Beltrani tutti i giorni dal martedì alla domenica, ad eccezione del lunedì, dalle ore 10:00 alle 13:00 e dalle ore 16:00 alle ore 20:00. Oppure on line sulla piattaforma: i-ticket: www.i-ticket.it/groups/stagione-artistica-palazzo-delle-arti-beltrani-2022. Info: tel.: 0883500044 / e-mail: info@palazzodelleartibeltrani.it

pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.