Tanta gente prima di stare con la gente. I candidati alle primarie del centrodestra di Trani si confrontano così

Grande successo di partecipazione per il dibattito avvenuto questa mattina all’auditorium San Luigi tra i candidati alle prossime primarie del centrodestra. L’iniziativa, coordinata dai ragazzi del movimento Giovani per i Giovani con presidente Andrea Catino, ha permesso alla cittadinanza di conoscere le idee e le aspettative dei futuri candidati sindaco, e ha dato l’opportunità agli stessi di operare un confronto diretto attraverso domande specifiche a cui i politici non si sono sottratti.

pubblicità

Presenti all’incontro Gigi Riserbato per la Puglia prima di tutto, Beppe Corrado e Fabrizio Sotero per il Pdl e Stefano Di Modugno. Assenti Giuseppe Di Marzo, che ha tenuto a scusarsi e ad apprezzare l’iniziativa attraverso una lettera inviata negli scorsi giorni e Mimmo Triminì, influenzato e sostituito da Sergio De Feudis (Dc).

“Chi si candida al Consiglio comunale – afferma Catino – deve mostrare una certa progettualità. Ecco perché abbiamo preparato un regolamento che permetterà a tutti i cittadini e soprattutto ai prossimi candidati al consiglio comunale di intervenire“.

Regole chiare, dunque, e tempi concisi ed eguali per tutti.

Il pensiero da parte dei candidati è unanime: continuare sulla scia dell’amministrazione Tarantini, che ha portato, secondo i presenti, ad un rilancio della città dal punto di vista dell’immagine e della vivibilità e migliorare ciò che è stato trascurato.

“Serve un ricambio ed un patto generazionale – affermano Corrado e Riserbato -, ed il centrodestra tranese è pronto per questa svolta“.

Si dice sicuro della vittoria della coalizione Di Modugno: “Il futuro sindaco di Trani sarà uno di noi quattro –dichiara- ; abbiamo progetti e idee chiare, elementi che mancano in opposizione“.

Molto proficuo anche l’intervento del pubblico presente, che ha affrontato temi come l’abbattimento di barriere architettoniche per facilitare l’autonomia dei disabili, i problemi del reinserimento nel mondo del lavoro degli over 40 attualmente in cassa integrazione e il rilancio dell’artigianato locale.

Presenti anche tutte le componenti giovanili di centrodestra che hanno dato vita a spunti e riflessioni nel segno della continuità con l’operato degli attuali amministratori.

Il centrodestra dunque sembra compatto al suo interno e pronto per le future amministrative.

A margine dell’evento è stata data l’opportunità anche ai ragazzi del movimento universitario “Giovane Università“ di denunciare la grave situazione di disagio dei pendolari del nord barese e di raccogliere firme, da sommare a quelle già ottenute, per palesare il problema agli uffici provinciali e cercare di migliorare la situazione.

Giuseppe Colabella

pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.