«Suo figlio ha investito un uomo», ma lei non paga: Trani, sventata l’ennesima truffa al telefono

Hanno trovato all’altro capo una interlocutrice particolarmente attenta, e così la classica truffa al telefono questa volta non si è consumata.

pubblicità

È accaduto stamani a Trani, quando una 64enne cittadina è stata raggiunta da una telefonata al numero di rete fissa di casa per informarla del fatto che suo figlio avrebbe investito con l’auto un anziano e servivano dei soldi per calmare i parenti di questi, trasportato in ospedale dal 118, nell’attesa che si procedesse alle pratiche assicurative.

Contemporaneamente, al cellulare della donna, un’altra telefonata da utente sconosciuto da parte del presunto avvocato dei parenti del presunto pedone investito, per dirle che da lì a poco qualcuno si sarebbe recato a casa di lei per ritirare del contante o dell’oro, così da non procedere all’azione legale nei confronti del figlio.

La donna, avendo entrambe le linee occupate, non avrebbe neanche potuto verificare, chiamando suo figlio, se davvero si fosse reso protagonista di un investimento di pedone. Tuttavia, prima ancora che ciò accadesse e ragionandoci, si  rendeva conto che forse si trattava di una truffa e, nel momento in cui ne chiedeva conferma ad entrambi gli interlocutori, gli stessi riagganciavano.

Il figlio, informato di tutto, ha poi chiamato i carabinieri che si sono complimentati con la donna per la calma mostrata e la capacità di dedurre subito che si trattasse di un raggiro.

Dai militari, inoltre, la conferma del fatto che, in questi giorni, le chiamate a loro indirizzo si stanno purtroppo moltiplicando e, talvolta, anche le denunce di chi nella truffa ci cade davvero.

pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.