Stazione ferroviaria, sopralluogo per il recupero del primo tronco dei binari. Allo studio un percorso ciclabile e pedonale

0
pubblicità

Si è svolto ieri mattina un sopralluogo preliminare per il recupero della fascia dismessa del retro stazione e del primo tronco di binari, direzione Barletta. Con il sindaco Amedeo Bottaro e i tecnici di Rfi anche l’assessore ai lavori pubblici, Domenico Briguglio, i dirigenti dell’ufficio tecnico, ing. Luigi Puzziferri, area lavori pubblici, l’arch. Francesco Gianferrini, area urbanistica, e il consigliere comunale, Giacomo Marinaro.

L’idea è quella di realizzare un raccordo viabile con via Torrente antico e via Palmiro Togliatti. Allo studio anche la realizzazione di un percorso ciclabile e pedonale che andrebbe collegare le zone stadio e Sant’Angelo, operando così una ricucitura dei due quartieri.
La realizzazione di tale opera consentirà anche di prolungare l’attuale sottopassaggio pedonale all’interno della stazione, con sbocco nella zona retrostante consentendo così un ulteriore attraversamento per i residenti che si andrà ad aggiungere a quello già previsto nel progetto del sottopasso di via Annibale Maria di Francia.

«Un progetto davvero funzionale per i cittadini che, una volta andato in porto, permetterà di inglobare nel tessuto urbano due quartieri posti al di là della ferrovia. Il silenzio su alcuni progetti non significa che non si sta lavorando in Assessorato – dichiara l’assessore ai lavori pubblici, Domenico Briguglio -, Sono opere che richiedono più di un incontro e progetti molto dettagliati prima di qualsiasi intervento».

Tutti i passaggi per il recupero della fascia dismessa del retro stazione e della soppressione del passaggio a livello di via Corato vengono seguiti personalmente dal sindaco Bottaro che non ha esitato ad invertire la rotta dell’accordo iniziale, sottoscritto in passato da altre amministrazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui