Sport e periferie, anche per San Magno 700.000 euro: via all’area sportiva al posto dell’ex rudere di via Di Vittorio

Oltre il Comune di Trani, anche la parrocchia San Magno porta a casa un finanziamento di 690.000 euro, grazie al bando ministeriale Sport e periferie, per il futuro complesso sportivo di via di Vittorio, deputato a sorgere in luogo del rustico di una scuola materna mai realizzata, demolito il 26 agosto 2020. Il progetto è degli architetti Sergio D’Addato e Dario Natalicchio, nonché degli ingegneri Ivo Lignola, Antonio Proto e Ugo Betti.

«Il nuovo complesso parrocchiale di San Magno Vescovo e Martire – spiega nella relazione il tecnico -, innescherà inevitabilmente un processo di riqualificazione dell’intero quartiere Stadio, inserito nell’ottica di un più generale intervento di rigenerazione urbana. Il quartiere è cresciuto negli anni in maniera esponenziale, ma è rimasto povero di servizi e alcune opere di urbanizzazione secondaria sono state lasciate incompiute».

Fra queste, appunto, la mai completata scuola materna di via Di Vittorio, dimenticata per almeno quarant’anni fino a quando l’amministrazione Bottaro ha proposto nel 2018, all’Arcidiocesi e al parroco di San Magno, don Dino Cimadomo, di formulare manifestazione di interesse in ordine alla possibilità di riqualificazione, con finalità di pubblica utilità, dell’area abbandonata: tale circostanza è avvenuta con la relativa delibera di consiglio comunale del 13 febbraio 2020, con la quale il Comune ha concesso in uso gratuito il suo terreno alle parrocchia San Magno per 99 anni.