Sostegno della genitorialità adottiva, il 19 settembre il convegno organizzato dal comitato “Teniamoci per mano”

0
pubblicità

Nel rispetto delle misure anti Covid attualmente vigenti come l’obbligo di indossare le mascherine e tenere il distanziamento sociale, il comitato Teniamoci per mano di Trani, istituito a sostegno della genitorialità adottiva e delle famiglie affidatarie, è lieto di informare la collettività circa la ripresa delle sue attività ed iniziative.

Prima fra tutte, in data 19 settembre alle ore 18, la dott.ssa Caterina Calamo, psicologa e terapeuta familiare, terrà per il Comitato un convegno in materia di adozione e affido dal titolo: Inserimento a scuola, eventuali disturbi dell’apprendimento e piani d’intervento, presso il centro Jobel di Trani, sito in via Giuseppe di Vittorio, 60.

Il focus dell’incontro verterà su problematiche quali apprendimento lento, iperattività, disgrafia e dislessia, imputabili a disturbi o ad un mero ritmo di acquisizione e di studio lenti nel bambino, eventualmente riscontrabili fin dalla 2 elementare quale conseguenza di una difficoltà di inserimento del bambino nel contesto scolastico, rilevando altresì il tempo dovuto e di assestamento del minore nelle adozioni internazionali, allo stesso funzionale ed indispensabile per abituarsi ad un diverso codice linguistico.

La partecipazione all’incontro è libera e gratuita, la comunità tutta è invitata. Come già noto, il Comitato Teniamoci per mano è diretto a sostenere ogni iniziativa utile a garantire la tutela dell’infanzia ed il diritto del fanciullo a vivere in un contesto familiare di amore e comprensione. Con il contributo costante e gratuito di esperti nel settore e di professionisti in ambito giuridico, del servizio pubblico, e della psicoterapia relazionale e familiare, il Comitato si propone di diffondere la cultura dell’accoglienza familiare promuovendo gli istituti dell’adozione e dell’affido, di organizzare incontri formativi e di accompagnamento diretti a famiglie affidatarie, adottive, coppie e singoli, disponibili all’accoglienza dei minori, fornendo supporto a tutti coloro che intraprendono questa strada o desiderano farlo in futuro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui