Si è insediato il consiglio provinciale della Bat: i propositi di Cuna e Laurora

Per il neo eletto Consiglio provinciale della Bat è stato il giorno dell’insediamento. La prima seduta della nuova assemblea è stata convocata dal presidente, Bernardo Lodispoto, nella sala consiliare del Comune di Barlettam in via Zanardelli, e si è regolarmente tenuta in prima convocazione-

All’ordine del giorno l’esame della condizione degli eletti, e relativa convalida, ed il riconoscimento di dieci debiti fuori bilancio che il nuovo Consiglio provinciale è stato chiamato semplicemente a ratificare, anche perché legati a vicende antecedenti al suo insediamento.

La nuova assemblea è formata da Tommaso Laurora, Federica Cuna, Emanuele Cozzoli, Fabio Capacchione, Savino Tesoro, Pierpaolo Pedone, Lorenzo Marchio Rossi, Giovanni Villella, Emanuele Sgarra e Gianluca Grumo. A loro si aggiunge il presidente Lodispoto.

Cuna è l’unica donna presente fra i tredici componenti il consiglio, nonostante una buona rappresentanza di candidature femminili nelle sei liste che si erano presentate alle elezioni dello scorso 18 dicembre: «Mi impegnerò due volte – dice l’interessata -, sia per il mio partito, sia per rappresentare degnamente le donne in un consiglio provinciale che, così come eletto, effettivamente appare poco aperto alle pari opportunità».

«Con l’inizio dei lavori nell’assise provinciale – commenta a sua volta Tommaso Laurora -, inizia il percorso fatto di idee, e soprattutto azioni, che devono essere la stella polare per un amministratore pubblico che voglia rappresentare degnamente i propri concittadini».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.