Settimana medioevale, è tempo di bilanci: gli eventi, fra Trani e Celle di San Vito, sempre più apprezzati

L’Associazione Culturale Trani Tradizioni tira le somme sulle avvenute manifestazioni de La Settimana Medioevale svoltasi dal 05 al 08 agosto a Trani e l’Arrivo di Carlo d’Angiò, svoltasi l’11 e 12 agosto a Celle di San Vito. Sono state entrambe manifestazioni che hanno scaturito molto successo, a Trani, nonostante le ristrettezze dovute all’inserimento della nuova normativa del Green
Pass, ben gestita dal direttore del Palazzo delle Arti Beltrani, Niki Battaglia e il suo staff, dove si è svolta la settimana medioevale è stata come di consueto, molto seguita anche tramite le dirette social.

La soddisfazione è stata quella di vedere tanti giovani che hanno voluto partecipare sia come pubblico che come figuranti. Le
emozioni si sono susseguite di giorno in giorno, dalla presentazione del primo giorno ove il vice sindaco Fabrizio Ferrante ha premiato alcuni sponsor, collaboratori da tanti anni, al premio di gratitudine all’Avvocato Vittorio Tolomeo per essere sempre vicino all’associazione come storico, riconoscimento al Maestro Giuseppe Francavilla con Il Carro dei Guitti che negli ultimi anni collabora con l’Associazione Trani Tradizioni. Infine, il ricordo di Mario Caporale, socio onorario dell’associazione, spentosi lo scorso dicembre.

Da ricordare la forte emozione della giornata dedicata all’Associazione Con.Te.Sto, che con i loro ragazzi dopo essere stati nominati cavalieri direttamente da Re Manfredi, hanno stupito con la loro performance a ritmo di strumenti a percussione, guidati dal Maestro Vincenzo Cantatore. Infine, le giornate clou della manifestazione, quali: l’incontro dei due Reali e il giorno delle nozze di Re Manfredi ove c’è stato un susseguirsi di emozioni, fino ai festeggiamenti con il Giullare Gianluca Foresi che è stato impeccabile con le sue rime e con una performance inedita con “È sempre la stessa storia” e a seguire la musica dal vivo della Compagnia La Giostra giunta dalla Sicilia per l’occasione. Con l’auspicio che il prossimo anno si torni a rievocare la settimana medioevale al
Castello Svevo e piazza Re Manfredi con il corteo storico per le vie cittadine.

A Celle di San Vito invece, è stato un successo che ha superato le aspettative del sindaco Palma Maria Giannini, il suo staff e tutta la popolazione con i suoi turisti. Sono stati due giorni di grani successi ove anche con le ristrettezze, rispettate da tutti, è stato possibile fare il corteo storico per le vie della città e nel mentre del corteo di Re Carlo d’Angiò impersonato dall’Attore tranese Francesco di Tondo con la regina Margherita, impersonata dall’assessore alla cultura di Celle di San Vito, Claudia Del Giudice, alcuni figuranti che impersonavano i Saraceni, hanno inscenato l’agguato al Re, scaturendo vari combattimenti con gli angioini, lungo il
tragitto fino ad arrivare in piazza Magrone, dove i saraceni sono stati catturati e giudicati dal Re Carlo. Concludendo con l’Araldo impersonato dall’attore tranese Giuseppe Francavilla che ha raccontato la storia della nascita di Celle di San Vito.

Infine, c’è stata l’esibizione dei Draghi i giocolieri di fuoco, a seguire, i giochi e luci di fuoco “Incendio” della balconata che si affaccia sui monti Dauni ove detto spettacolo è stato seguito dai paesi limitrofi, suscitando tanto stupore ed emozione di tutto il
pubblico presente e rammarico di chi non potendo esserci, ha seguito l’evento indiretta sui canali social dell’Associazione. Trani Tradizioni è soddisfatta dei successi ottenuti e della prima conferma al prossimo anno a Celle di San Vito con la terza edizione della Rievocazione Storica l’Arrivo di Carlo d’Angiò. Altri spettacoli in altri paesi sono in trattativa e questo non può che far piacere all’Associazione in quanto si spera di ritornare alla normalità dopo due anni di ristrettezze. Il presidente Giuseppe Forni ringrazia tutti coloro che hanno collaborato alla buona riuscita degli eventi.