Scuole in rete per la didattica outdoor, nel progetto anche l’IISS Aldo Moro di Trani

In questo particolarissimo momento storico, in cui non è possibile viaggiare o percorrere lunghe distanze, arriva una proposta delle scuole per stimolare nei ragazzi la conoscenza e la riscoperta di territori anche vicini, da osservare con occhi nuovi per stimolare il pensiero critico e favorire visioni progettuali concrete. 

Si tratta del primo “Laboratorio di Mappatura Collaborativa” avviato nella nostra regione su iniziativa delle scuole referenti I.C. “Tattoli De Gasperi” di Corato nella persona del Dirigente Scolastico Maria Rosaria De Simone e l’ITET “G.Salvemini” di Molfetta, Dirigente Scolastico Sabino Lafasciano.

Il progetto ha avuto avvio un anno fa con il “Teacher Training Europe Camp” organizzato a Lisbona dalle dirigenti Alessandra Onofri dell’IPSSEOA “Costaggini” di Rieti e Laura Virli del Liceo “Pascal” di Pomezia, con il coordinamento scientifico di Lorenzo Micheli, Education Policy Specialist del Ministero dell’Istruzione.

Il territorio nazionale è stato organizzato in sottoreti afferenti ai teacher trainer formati a Lisbona, che hanno assunto il ruolo di mentor sui propri territori. In questi giorni è stata avviata la formazione a distanza per più di 150 docenti, provenienti da circa 120 scuole in tutta Italia.

La rete, ammessa al finanziamento per “Reti nazionali sulle metodologie didattiche innovative” del Ministero dell’Istruzione, si pone l’obiettivo di definire nuovi format, rivolti a studenti delle scuole di ogni ordine e grado, nel campo della didattica outdoor, al fine di favorire la conoscenza del patrimonio ambientale e culturale e di favorire la partecipazione per lo sviluppo dei territori.

Docenti formatori per la Sottorete Abruzzo Puglia: Lucia Naglieri dell’ITET “G. Salvemini” Molfetta, Simona Musio dell’ I.C. “Tattoli De Gasperi” di Corato, Monica Fagnano dell’IISS “Luigi di Savoia” di Chieti, Marco Manco dell’IISS “Blaise Pascal” di Pomezia.

Le scuole che hanno aderito all’iniziativa formativa sono gli IISS “Federico II Stupor Mundi” , “Oriani Tandoi” di Corato, “Aldo Moro” di Trani , “Volta De Gemmis” di Bitonto, gli Istituti Comprensivi  “Azzolini Giaquinto”, “Battisti Pascoli”, “San Giovanni Bosco”, “Scardigno Savio” di Molfetta, “U.Pomilio” e “Luigi di Savoia” di Chieti.

Il laboratorio di mappatura collaborativa prevede una prima fase di formazione dei docenti delle scuole coinvolte che terminerà il 27 marzo e una sperimentazione successiva, nelle proprie classi, attivando sinergie con gli enti stakeholders del territorio. Il format mira a sviluppare competenze trasversali e di cittadinanza, uscendo dallo spazio dell’aula, per fare esperienza di percezione multisensoriale e conoscenza attiva dei contesti, stimolare la creatività e la partecipazione alle dinamiche del territorio e alla sua visione futura.