Scontri Pisa, il direttore (di Trani) della Normale: «Tutelare libertà di espressione»

Siamo profondamente turbati da quanto avvenuto a Pisa e Firenze, ed esprimiamo la nostra solidarietà e vicinanza alle studentesse e agli studenti. Come cittadini, genitori, rettori di università, riteniamo che l’uso della violenza sia inammissibile di fronte alla pacifica manifestazione delle idee.

pubblicità

“Auspichiamo che si possa fare presto chiarezza sulla dinamica dei fatti e chiediamo le motivazioni che hanno spinto le forze dell’ordine ad agire con tale durezza contro studentesse e studenti, anche minorenni, alcuni dei quali hanno riportato contusioni. Fatti come questi non possono e non devono ripetersi. E’ particolarmente grave che alcuni di questi episodi abbiano avuto come sfondo la Piazza dei Cavalieri di Pisa, luogo simbolo del libero pensiero e della libera ricerca. 

La Scuola Normale Superiore e la Scuola Superiore Sant’Anna, istituzioni fondate sui valori della democrazia, del dialogo, e della libertà, chiedono che si mettano subito in atto tutte le misure necessarie a tutelare la libertà di espressione e a favorire il ritorno alla calma.”

Luigi Ambrosio, direttore della Scuola Normale Superiore (di Trani, ndr)
Sabina Nuti, rettrice della Scuola Superiore Sant’Anna

pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.