Roma chiede alla Puglia di rallentare: a Trani, da oggi, vaccini solo per i prenotati

Dopo aver ospitato il turno di vaccinazione dei malati rari della Bat, domani al Pala Assi ripartono le vaccinazioni riservate alla cittadinanza, ma senza poter accogliere i non prenotati.

Il motivo sta nelle parole del governatore, Michele Emiliano: La Puglia è la terza regione in Italia per vaccini somministrati rispetto a quelli ricevuti. Ma non ci consegnano abbastanza vaccini da Roma per tenere questo ritmo. E quindi dobbiamo rallentare la nostra velocità di somministrazione per mancanza di vaccini. Ho scritto al Commissario Figliuolo per ottenere altri vaccini, almeno sino a che non arriveranno i carichi previsti per mercoledì, che ho chiesto comunque di anticipare.Stiamo portando avanti a pieno ritmo la nostra campagna, abbiamo recuperato la riprogrammazione dopo il cambio di regole su Astrazeneca, secondo il piano previsto da Pierluigi Lopalco insieme al dipartimento Salute, le Asl, la protezione civile, i sindaci, le prefetture. Ma da Roma ci chiedono di rallentare perché mancano le dosi».

Le vaccinazioni di questa settimana riguarderanno dunque la fascia di età 79-60 anni ma riprenderanno esclusivamente attraverso adesione alla campagna “La Puglia ti vaccina” e non sarà possibile vaccinarsi “a sportello”.

Per aderire alla vaccinazione e conoscere la data e il luogo dell’appuntamento occorrono:

  • tessera sanitaria e codice fiscale della persona che si vuole vaccinare
  • almeno un numero di telefono per eventuali comunicazioni da parte dell’ASL.

L’adesione alla vaccinazione può avvenire:

  • Tramite la Piattaforma La Puglia ti vaccina
  • Chiamando il numero verde 800.713931, attivo dal lunedì al sabato dalle 8 alle 20
  • Presso una delle farmacie accreditate al servizio FarmaCUP

Le persone in condizioni di fragilità seguono un percorso dedicato: attendono la chiamata del medico o del centro specialistico di cura se sono estremamente vulnerabili, contattano il proprio medico se hanno una grave disabilità ai sensi della legge 104 del 1992 art. 3 comma 3.