Roghi notturni, preso il primo piromane: è di Trani

pubblicità

È un tranese l’uomo intercettato e fermato dalle guardie ambientali di Amiu questa sera, nell’agro di Trani, nei pressi di via delle Tufare, dopo avere appiccato il fuoco ad una massa di quelli che sembrano rifiuti e dei quali adesso una relazione dettagliata preciserà l’effettiva natura. Gli accertamenti riguardano anche i movimenti di quello che si ritiene a tutti gli effetti il responsabile del rogo.

Il sindaco, Amedeo Bottaro, non ha esitato ad affermare sulla sua pagina ufficiale che «l’abbiamo beccato» e annuncia che «attendiamo con ansia la relazione per agire di conseguenza».

Soltanto poche ore prima gli agenti della Polizia locale e le stesse guardie ambientali avevano individuato un altro luogo dell’agro di Trani cosparso di rifiuti, ma il responsabile l’aveva fatta franca per poco.

Probabilmente, però, si trattava dello stesso luogo sul quale il piromane potrebbe essere tornato per completare l’opera.

All’iniziativa ha contribuito, con il suo indirizzo e partecipazione, anche l’assessore all’ambiente Raffaella Merra.

Quello degli incendi notturni rappresenta un problema sempre più avvertito della cittadinanza nelle ultime settimane. Nottetempo odori nauseabondi si propagano fino al centro abitato e proprio questo giornale, per primo, aveva individuato, in contrada Puro vecchio, i resti di uno dei roghi come per effetto del quale oggi è avvenuto il primo fermo.