Risparmio energetico, al Comune di Trani arriva l’«energy manager»: gara da 64.000 euro

Stylish businessman with a fresh green leaf in his pocket. Green business concept, take care of the environment!
pubblicità

Al Comune di Trani arriva una nuova figura professionale, l’energy manager. Dovrà occuparsi della conservazione ed uso razionale dell’energia, nonché della redazione del Piano energetico comunale.

In tal senso il dirigente dell’Area lavori pubblici, Luigi Puzziferri, ha approvato le modalità della gara attraverso cui «l’amministrazione comunale intende attuare azioni volte alla riduzione delle emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera- si legge nel provvedimento -, con l’adozione di politiche di efficienza energetica che consentano un impiego più razionale dell’energia per ottenere vantaggi sia in termini economici, sia ambientali».

Per raggiungere tali obiettivi, nonché concordare, sviluppare e programmare coerentemente le varie attività, l’ente sarà supportato da una figura professionale specializzata nel settore «che sia costantemente aggiornata nel settore energetico e sulle ultime modifiche normative in materia di uso razionale dell’energia e sviluppo da fonti rinnovabili».

Il bando da emanare prevede espressamente la nomina di un responsabile per la conservazione e l’uso razionale dell’energia, per gestire e migliorare il consumo energetico degli immobili comunali e consolidare le responsabilità per la gestione dell’energia in enti che abbiano un consumo superiore a 1000 tonnellate equivalenti di petrolio: il Comune di Trani, valutato il complesso del suo patrimonio immobiliare, mezzi e servizi forniti si attesta a valori superiori a questo limite.

Nel Documento unico di programmazione 2020-2022 il consiglio comunale ha espressamente previsto la volontà di individuare la figura professionale dell’energy manager e, con successiva variazione di bilancio, sono state anche confermate le risorse economiche previste nel relativo capitolo.

Il professionista dovrà esprimersi su un livello privatistico ed uno istituzionale. Con riferimento al primo dovrà: adottare un piano di efficienza energetica, autonomo o nel quadro di un piano ambientale più ampio che contenga obiettivi ed azioni specifici di risparmio energetico e di efficienza energetica; instaurare un sistema di gestione dell’energia, compresi audit energetici, nel quadro di attuazione del piano; ricorrere, nel caso, a società di servizi energetici e contratti di rendimento energetico per finanziare le ristrutturazioni ed attuare piani volti a mantenere e migliorare l’efficienza energetica a lungo termine; acquistare prodotti, servizi ed edifici ad alta efficienza energetica; prevedere che l’efficienza energetica complessiva prevalga rispetto all’efficienza energetica dei singoli prodotti.

Sul fronte istituzionale i compiti saranno i seguenti: elaborazione ed approvazione del Piano energetico comunale, prevedendo una specifica sezione relativa all’uso delle fonti rinnovabili di energia; controllo sulla qualità energetica delle costruzioni edilizie sul territorio e degli altri interventi da parte di privati; promozione, sviluppo e gestione del piano del traffico, dei parcheggi e della mobilità sostenibile; azioni di tutela ambientale quali risparmio energetico e produzione di energia pulita; azioni di promozione e sensibilizzazione indirizzate al tessuto produttivo locale.

La gara, aperta a professionisti esterni al Comune specializzati nel settore, si svolgerà sul portale elettronico Empulia partendo da una base d’asta di 64.000 euro, Iva compresa.