Rigenerazione urbana 2022, Trani candida sei progetti per 11 milioni: ecco quali

Oltre 11 milioni di euro per 6 progetti di rigenerazione che vanno ad aggiungersi a tutti quelli già finanziati grazie al bando Pinqua. In questo caso siamo in presenza di una richiesta di finanziamento, ma anche questa candidatura del Comune di Trani sembra intravedere un traguardo favorevole alla luce della enorme disponibilità di fondi che il Governo ha messo a disposizione sui territori anche per questo nuovo giro di opere pubbliche.

pubblicità

Per il momento la giunta comunale ha approvato i due studi di fattibilità con cui candidare gli interventi e, in caso di accoglimento della candidatura e conseguente finanziamento, si passerà ai progetti esecutivi.

Queste le opere che il comune intende farsi finanziare con la linea Rigenerazione urbana 2022: verifica strutturale e manutenzione delle due gallerie ottocentesche degradate che fungono da collettori alluvionali, con annessa realizzazione di un’area a verde sovrastante l’ingresso delle stesse, per un importo complessivo di 3 milioni di euro; realizzazione di tensostatico per campo polivalente in zona sud, per un importo complessivo di 1 milione; nuovi percorsi ciclabili in zona sud, via Duchessa d’Andria, via Falcone, via Borsellino, viale de Gemmis, per un importo complessivo di 1 milione; restauro del muraglione della villa comunale, per un importo complessivo di 2.150.000 euro; sistemazione di uno spazio scoperto a piazza e verde urbano nell’ambito del Pinqua costa nord, anch’essa per un importo complessivo di 2.150.000 euro; riqualificazione e fornitura di arredo urbano in zona porto, per un importo complessivo di 2.045.160 euro. Il totale dell’importo richiesto è 11.165.000 euro.

Lo Stato ha previsto gli investimenti in progetti di rigenerazione urbana per ridurre i fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale, nonché puntando al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale e ambientale. Il Governo ha assegnato ai comuni contributi per un totale di 300 milioni di euro per il solo anno 2022.

Nel frattempo, lo scorso 10 marzo 2022, con una nota indirizzata al Ministero dell’Interno il Comune di Trani ha notificato formale rinuncia ai contributi ottenuti per la Rigenerazione urbana 2021, per un totale complessivo di 11.165.000, vale a dire la stessa somma per cui adesso richiede il nuovo finanziamento, poiché gli interventi previsti erano stati già finanziati nell’ambito dell’Intervento del Programma innovativo per la qualità dell’abitare (il già citato Pinqua) e nell’ambito del bando Sport e periferie 2020.

Con Sport e periferie 2020 arriverà un campo polivalente nel quartiere Sant’Angelo, per un importo complessivo di 700.000 euro.

Pinqua costa nord prevede quattro interventi: nuovo parco urbano attrezzato, detto «Villa comunale della costa nord», per un importo complessivo di 1.065.000 euro; spazi pedonali e attrezzati tra le maglie di ristrutturazione urbanistica della costa nord, per 1.251.250 euro; pista ciclabile adriatica, velostazione e promenade lungo la costa nord, per 112.500 euro; nuove aree a parcheggio pubblico a raso sulla costa nord, per 70.000 euro; bonifica, messa in sicurezza e riqualificazione ambientale della costa nord, 962.000 euro; completamento del recupero edilizio dell’immobile pubblico già macello comunale, per realizzare alloggi di cohousing in via Romito, 1.550.000,00; riqualificazione di via Lionelli per spazi verdi e di servizio alla residenza, 1.384.250 euro; pedonalizzazione di piazza Re Manfredi e via fra’ Diego Alvarez, 1.470.000 euro.

Infine, Pinqua quartieri Petronelli e Sant’Angelo contempla la riqualificazione degli spazi pubblici per aree pedonali, parcheggi e verde attrezzato e sportivo, per un importo complessivo di 2.600.000 euro.

Grazie alla Rigenerazione urbana 2022 il Comune di Trani può giungere fino a 20 milioni di euro di finanziamento sommandovi quelli già conseguiti nel 2021, esattamente pari a 8.654.840 euro.

In questo caso gli interventi sono i seguenti: riqualificazione delle aree dismesse da Rfi nella zona retrostante della stazione ferroviaria, per un importo complessivo di 5 milioni; riqualificazione e rigenerazione territoriale nell’ambito costiero ricadente in contrada Matinelle, per 2.454.840 euro; parcheggio interrato in piazza XX Settembre, per un importo complessivo di 1.200.000 euro.

pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.