Riaprono i luoghi della cultura: visite anche per il castello Svevo di Trani

pubblicità

In ottemperanza alle disposizioni contenute nel DPCM del 14.01.21 (art. 1, co. 10, lett. r), con l’inserimento della Regione Puglia nella cd zona gialla, riaprono i luoghi della cultura del territorio.

L’obbiettivo è una ripartenza che consenta ai visitatori di fruire in piena sicurezza dei siti, nel rispetto di tutte le prescrizioni imposte in materia di tutela della salute.

Per poter garantire il completo rispetto della normativa prevista in termini di salute pubblica (opportuna organizzazione di presidi del personale, predisposizione di una segnaletica e di percorsi obbligatori ed, in generale, applicazione di tutte le regole di igiene e distanziamento), la Direzione regionale Musei Puglia ha predisposto un piano di riapertura che concilia l’esigenza del pubblico di riappropriarsi dei propri spazi, con la necessità di rendere sicuri i propri luoghi della cultura.

Così come in estate, la Direzione riaprirà gradualmente i propri siti, a partire da lunedì 15 febbraio.

Per il castello Svevo di Trani la visita consentita è quella del PERCORSO ESTERNO DEI CAMMINAMENTI DI RONDA, accessibile a tutti. Giorni di apertura al pubblico: mercoledì, giovedì e venerdì; orario di apertura: Mercoledì e venerdì: dalle ore 09:00 alle ore 13:00, Giovedì: dalle ore 15:00 alle ore 19:00; Fasce orarie di ingresso: Mercoledì e venerdì: 9:00 – 10:00 – 11:00 – 12:00 Giovedì: 15:00 – 16:00 – 17:00 -18:00; Numero massimo di visitatori consentito: 10 persone per ogni fascia oraria per una durata massima di 40 minuti; Biglietto: ingresso temporaneamente gratuito; Prenotazione: tramite l’app ioPrenoto (attiva dal 20 febbraio). Possibilità di ingresso anche senza prenotazione in base alla disponibilità dei posti vacanti nelle fasce orarie indicate. Contatti ed informazioni: 0883/506603, [email protected]

L’accesso al sito con obbligo di mascherina è consentito una persona per volta (previa misurazione della temperatura corporea e igienizzazione delle mani). La visita è facilitata da segnalazioni direzionali ed indicatori per il distanziamento e non è previsto un servizio di guida.