Questura della Bat, le nomine: Santa Mennea a capo dell’Anticrimine, mentre Francesca Falco lascerà Trani

Fra le figure apicali che affiancheranno il questore Roberto Pellicone, spicca la presenza di Santa Mennea, dirigente uscente del Commissariato di Trani, a capo dell’Anticrimine, mentre la sua ex vicaria a Trani, Francesca Falco, diventa dirigente del Commissariato di Barletta con la reggenza di Trani, dove a breve giungerà un nuovo dirigente.

Il vicario del Questore è Diego Trotta, il dirigente della Digos e Capo di gabinetto Maria Edvige Strina. A capo del Commissariato di Canosa di Puglia è stato designato Raffaele Fiantanese, di Trani; a fianco di Francesca Falco arrivano a Barletta Carmela Barra (vice dirigente) e Michele Sergio (commissario).

Questi gli altri dirigenti della Questura, con le rispettive competenze: Gesualdo Masciopinto, Squadra mobile; Bruno Napoletano, Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico; Carmela Montrone, Ufficio sanitario; Roberto Damato, Polizia amministrativa sociale e dell’immigrazione.

Il questore Pellicone, nato a Sondrio, ha 58 anni, si è laureato in Giurisprudenza a Messina ed è in Polizia dal 1988. Fino al 2000 ha prestato servizio presso le Squadre mobili, subito dopo ha diretto la Digos della Questura di Reggio Calabria. A seguito del superamento del corso di alta formazione presso la Scuola di perfezionamento delle forze di polizia, dal 2005 è stato nominato primo dirigente e dal 2009, per sei anni, vice questore vicario a Crotone. Dal 2015 è stato vicario del questore di Reggio Calabria prima di diventare, dal 2018, questore di Isernia.