Prima categoria, pareggio nel derby: il Trani contro il Bisceglie non va oltre il 2-2

Quattro gol nella prima mezz’ora di partita. Il Città di Trani due volte in vantaggio e due volte raggiunto dalla Virtus Bisceglie. Al centro sportivo Di Liddo la formazione ritrova a tratti il bel gioco, salvo poi riaddormentarsi e non riuscire più a trovare la via del gol nonostante l’espulsione di un giocatore biscegliese.

Un inizio scoppiettante dei tranesi che al 4’ trovano un calcio di rigore a favore. Scambio sulla fascia destra tra Beroshvili e Domenico Amorese che si infila in area. Un difensore lo atterra e l’arbitro concede rigore. Sul dischetto si presenta Dinoia che si fa parare il rigore ma la ribattuta è preda di Dell’Oglio che, più veloce di tutti, insacca. Le squadre sono insolitamente lunghe e ciò favorisce insoliti capovolgimenti di fronte.

Quattro minuti dopo arriva il pareggio dei biscegliesi in maglia blu. Calcio d’angolo battuto dalla sinistra; un giocatore del Bisceglie prolunga di testa per il numero sette che in sforbiciata al volo batte il portiere tranese Mangano, oggi al debutto. Palla al centro per i tranesi che sembrano aver assorbito la botta iniziale e sono pronti a ripartire.

Proprio al 13’ nuova rete dei giocatori di mister D’Ambrosio: Civita lancia in profondità Francesco Amorese sulla fascia sinistra che di testa all’indietro appoggia per Dinoia; il numero nove calcia al volo di prima intenzione e segna un gran gol. Nuovo vantaggio e il Trani sembra aver ripreso nuovamente confidenza, tanto che non lascia rifiatare i biscegliesi con un pressing alto.

Nel momento di maggiore slancio arriva però il secondo gol dei padroni di casa: il numero 10 blu elude la marcatura di Riondino e Tortosa, in probabile posizione di offside. Si accentra e con un destro calibrato batte per la seconda volta Mangano. 2-2 e tutto da rifare. Col passare del tempo le squadre ritrovano compattezza e questo non permette più a Dinoia di trovare spazi e palle giocabili

Nella ripresa il Trani prova a riprendere in mano la partita. La prima occasione degna di nota arriva da una punizione di Leo Ragno, altro esordiente: un difensore la svirgola e la gira in maniera pericolosa verso la porta. Il portiere con un tuffo mette in calcio d’angolo. Intorno all’ora di gioco Beroshvili si prende con la forza la palla da un giocatore avversario e passa ad Alessandro Dell’Oglio;  quest’ultimo serve il Domenico Amorese sulla destra, che si defila e calcia in porta: palla alta di centimetri sulla traversa.

Al 64’ viene espulso, per doppio giallo, un giocatore del Bisceglie. Un vantaggio non da poco che, purtroppo, non viene sfruttato dai calciatori tranesi nonostante le occasioni: prima con Ragno che, servito da Quacquarelli, non centra la porta da posizione favorevole in area; poi ancora con Beroshvili che libera un tiro potente dai 20 metri, disinnescato alla perfezione dal portiere biscegliese. Il triplice fischio del direttore di gara sancisce il definitivo 2-2 e la permanenza al settimo posto in classifica.

Foto di Sergio Porcelli.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui