Ponte Imbriani, 10.000 euro per riparare corrimano segnalato. E tutto nacque dal «solito» albero

Le ripetute doglianze del capogruppo della Lega, Giovanni Di Leo, con riferimento alla pericolosità di una porzione del guard rail del cavalcaferrovia di corso Imbriani-viale Spagna, starebbero per concludersi.

pubblicità

Infatti il dirigente dell’Area lavori pubblici, Luigi Puzziferri, ha affidato alla Pagone infrastrutture, di Bitonto, i lavori di messa in sicurezza e ripristino del corrimano di quel ponte, per un importo di 9.850 euro, Iva compresa.

Nel provvedimento si richiama una istanza protocollata il 10 ottobre 2023, quasi sicuramente per mano dello stesso Di Leo (di cui quindi è stata ignorata la precedente del 2022), a seguito della quale l’ufficio si limitò in quella fase a posizionare del nastro bianco e rosso per rendere visibile le parti mancanti del corrimano. Successivamente è partita l’indagine di mercato, che ha determinato l’individuazione della Pagone per avere proposto la migliore offerta.

Nel frattempo, scorrendo i nostri archivi, abbiamo potuto quasi del tutto accertare che il danno di quel corrimano risale addirittura al 2018, quando a causa del forte vento un albero cadde da Largo Petrarca sul cavalcavia, rompendo proprio la porzione di guard rail in questione.

Dunque, quella carenza segnalata per la prima volta nel 2022, e successivamente nel 2023, nasce da un episodio di ben sei anni fa (foto d’archivio).

È la conferma del fatto che, quando gli alberi cadono (o si tagliano), non solo bisogna attendere per vederne nuovi, ma talvolta i minimi lavori di ripristino non vengono effettuati.

pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.