Polo Museale: prorogata fino al 26 giugno la mostra “Macchine ad arte”

I tanti apprezzamenti e le crescenti richieste hanno convinto la Presidenza della Fondazione S.e.c.a e la Direzione del Polo Museale Diocesano di Trani a prorogare la mostra “MACCHINE AD ARTE” fino al 26 Giugno 2022.

pubblicità

Curata da Paolo Pancaldi e Graziano Urbano, Direttore del Polo Museale Diocesano di Trani, la mostra, attraverso un percorso suddiviso in tre sezioni, apre uno spaccato sul fecondo periodo della serialita industriale, indagando i meccanismi di produzione e i processi creativi che si celano dietro le opere, raccontando la loro fase di realizzazione e riutilizzo, individuando coordinate, materiali e storie entro cui sono state concepite. Per entrare nelle dinamiche della produzione artistica, molte opere sono accostate per la prima volta ai loro modelli d’ispirazione, ai disegni e ai bozzetti che le hanno “prefigurate”.

Due mondi che si confrontano e si compenetrano quando l’unicità dell’arte incontra la serialità industriale. Quaranta opere eseguite con diverse tecniche, venticinque sculture realizzate con vecchie macchine per scrivere operate e trasformate da artisti internazionali di provenienze culturali diverse.

Le opere esposte sono di: L. ALINARI, D. BREVI, T. CASCELLA, B. CECCOBELLI, CELSAURO (Celso & Auro Ceccobelli), A. COLAGROSSI, J.de CHIRICO, P. DOLZAN, P. ECHAURREN, A. FETTOLINI, W. FAELLER, M. FILIPPETTA, G. GOST, HECTOR &
HECTOR, KRM (Cherif & Geza), P. KOSTABI, M.LUCCIOLI, M. MAGNI, S. MAINO, MALIPIERO (Piero Maffessoli), E. MANERA, R. MENEGHETTI, V. MERCER, ONE by ONE proyect, R. RESTA, M. SANSAVINI, SHU, SKIM, S. UBERTI, L ZAMPETTI.

A determinare un risultato così eccezionalmente positivo è l’attrattività della mostra, la capacità di entusiasmare il pubblico ma anche la progressiva conoscenza dei tanti contenuti di Palazzo Lodispoto come sede di vere, grandi e importanti esposizioni d’arte e
design, capaci di attrarre un pubblico ampio a livello nazionale ed internazionale. Dopo anni di lavoro, l’autorevolezza del Polo Museale Diocesano è cresciuta al punto tale che oggi viene considerato, per le sue proposte, tra le più autorevoli sedi espositive presenti nella Puglia e non solo.

Si ricorda che per l’accesso sarà necessario rispettare tutte le disposizioni anti-Covid vigenti. Per informazioni: 0883.58.24.70 o [email protected]

pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.