Patto Italia in comune-Sud al centro, Felice Corraro: «Sono io a valutare le proposte della maggioranza»

pubblicità

In merito al patto federale regionale tra Italia in comune e Sud al centro, riceviamo e pubblichiamo la nota del consigliere comunale Felice Corraro che chiarisce la sua posizione.

***

A titolo personale, vorrei chiarire alcuni passaggi per amor del vero, dei miei elettori e di tutti gli amici.

In questi giorni se ne sono sentite di tutti i colori. C’è chi ha parlato di ingressi in maggioranza, cosa impossibile visto che nessun segretario politico della coalizione è stato interessato. C’è chi ha parlato di fusione di gruppi consiliari, manco si trattasse di un’opera di carpenteria. C’è chi ha addirittura parlato di “stampelle”, ignorando che non vi sia in atto alcuna crisi politica, né numerica all’interno della maggioranza; e già questo la dice lunga sull’inesperienza di qualche soggetto evidentemente neofita delle dinamiche amministrative. 

Ma veniamo alla politica, quella vera. I cittadini mi hanno conferito un mandato preciso: agire nell’interesse della città in base al nostro programma elettorale, senza pregiudizi né personalismi.

Sulle idee e sui programmi mi troveranno sempre in prima linea, a dare il mio contributo assieme al mio partito. Ma l’attuale maggioranza ha l’onere e l’onore di amministrare, certo anche avvalendosi del contributo delle opposizioni volenterose, ma sono io a valutare proposte ed atteggiamenti amministrativi della maggioranza, al fine di comprendere se sia possibile collaborare, non certo il contrario.

Io, personalmente, e sono certo anche il gruppo di cui mi onoro di far parte, non abbiamo bisogno di nulla se non di vedere inaugurata una nuova epoca di prosperità per la nostra amata città.

Felice Corraro