Parcheggio interrato, variante da 400.000 euro. E la consegna dei lavori si allontana

Servirà una variante in corso d’opera da circa 400.000 euro per il completamento del parcheggio interrato di piazza XX Settembre. Le lavorazioni stanno procedendo regolarmente, ma una parte dell’area interrata è interessata da infiltrazioni dall’alto che meritano un impegno di spesa extra.

pubblicità

COSA C’È DA FARE

«Occorre impermeabilizzare totalmente il lato destro della piazza, rispetto al punto di osservazione di chi guardi la stazione – fa sapere il sindaco, Amedeo Bottaro -. Per questo motivo vi sarà la necessità di utilizzare ulteriori somme e, questa volta, le attingeremo da fondi comunali. Certamente – conclude – non potevamo completare il parcheggio e poi farci piovere dentro».

I lavori, finanziati con fondi Pnrr, sono ufficialmente partiti lo scorso 17 gennaio. I posti auto previsti sono 168. I mesi previsti per completare l’opera erano ufficialmente sette, imprevisti compresi. Ma una consegna ad agosto, variante progettuale compresa, sarà oggettivamente difficile.

Di certo, l’impresa esecutrice sta realizzando l’intervento come da cronoprogramma, ed anzi era partita proprio dalla sistemazione dei giunti danneggiati sul lato sinistro della piazza, per realizzarne nuovi e rendere il solaio di quella metà parcheggio a prova di infiltrazioni. La stessa cosa era previsto che si facesse sia con la vasca centrale, sia dall’altra parte, ma qui è evidentemente sorto un problema maggiore.

I lavori riguardano l’adeguamento, completamento e messa in esercizio dell’autorimessa sotterranea a due livelli adiacente la stazione ferroviaria, per un’estensione complessiva di poco meno di 6.000 metri quadrati. Il costo generale dell’intervento è 1.710.000 euro, di cui 1.320.000 per lavori.

Il Comune di Trani si era aggiudicato un finanziamento di 1.200.000 euro nell’ambito dei progetti del Pnrr. Grazie ad un cofinanziamento di mezzo milione, legato inevitabilmente all’aumento dei costi, si è arrivati a definire il totale a disposizione e conseguente costo dei lavori e sicurezza. Ma la variante da realizzare innalza a quasi un milione il cofinanziamento stesso, che diventa quasi pari al costo di partenza dell’opera. Ed il nuovo totale, variante compresa, supererebbe abbondantemente i 2 milioni di euro.

pubblicità

2 Commenti

  1. non potevamo completare il parcheggio e poi farci piovere dentro

    domanda ingenua la mia:

    ma prima dell’inizio dei lavori, non pioveva dentro?

  2. Capita spesso sta cosa, vinta la gara d’appalto poi problema con ulteriore esborso. Bisognerebbe fare luce su queste variabili in corso d’opera e includerle nelle gare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.