Palazzo Beltrani, sold out per il tè pomeridiano sulle note di Puccini e del bel canto. Video

Il video servizio di Tonino Lacalamita con le interviste ad Antonio Stregapede, Sara Allegretta, Cinzia Falco e Niki Battaglia

Anche il secondo dei tre appuntamenti “Sulle note di Puccini”, tenutosi lo scorso il 3 maggio al Palazzo delle Arti Beltrani, ha registrato un sold out degno di nota a conferma di quanto sia stata lungimirante l’intuizione di celebrare il centenario della morte di Giacomo Puccini (1858 – 1924) nella modalità thè e programma concertistico pomeridiano in collaborazione con la la Scuola di Canto del Conservatorio ‘Niccolò Piccinni’ di Bari. Il viaggio musicale, in cui il pubblico è stato coinvolto, ha visto protagoniste voci avvolgenti accompagnate da virtuosismo pianistico e da una selezione esclusiva di tè pregiati, questa la novità, scelti appositamente per armonizzarsi con le emozioni trasmesse dalla musica, la finalità? Offrire un’esperienza sensoriale unica che avvolgesse l’anima degli spettatori in un incanto di suoni, sentori e sapori attraverso le melodie senza tempo di Giacomo Puccini, che continuano ad essere amate e rappresentate nei teatri di tutto il mondo. I brani che sono stati eseguiti da talentuosi studenti del Conservatorio ‘N. Piccinni’ di Bari provenienti ovviamente dall’ Italia, ma anche dalla Russia, dalla Cina e dall’ Armenia, tutti presentati dai loro docenti: per la «Classe di Canto» dal Maestro Antonio Stregapede, basso e baritono di prestigio che può vantare un curriculum di alto livello internazionale e per la «Classe di Musica Vocale» dalla prof.ssa Sara Allegretta, ecclettico ed appassionato talento amante dello studio, con esecuzioni accompagnate al pianoforte da Angela Trentadue, Yu Yuexin e Gaetano Pistillo.

pubblicità
I protagonisti: da sx il M. Stregapede, la Prof.ssa Cinzia Falco, la Prof.ssa Sara Allegretta ed a seguire gli studenti del Conservatorio “N. Piccinni” di Bari

L’opera di Giacomo Puccini è un autentico connubio di originalità, realismo e passione che continua a incantare il pubblico di tutto il mondo, grazie alla sua capacità di comporre opere considerate di repertorio per i maggiori teatri del mondo come Manon Lescaut (1893), La Bohème (1896), Tosca (1900), Madama Butterfly (1904) e Turandot (1926), titoli che hanno fatto di Giacomo Puccini il compositore più eseguito al mondo dopo Giuseppe Verdi di cui è l’indiscusso erede. Di seguito gli esecutori del concerto dello scorso 03 maggio: Lucia Albisinni, Anna Chiara Di Chio, Larisa Sargsyan, Valeria di Maria (SOPRANI), Zhu Yfan (BARITONO), Bao Pei Hang, Guo Chen Hao (BASSI), questo invece il repertorio eseguito : da La  Bohème –  Vecchia Zimarra e Quando me’ n vò, dalla Messa di Gloria – Crucifixus , dall’opera prima Le Villi – Se come voi piccina, dalla Madama Butterfly  – Un bel dì vedremo, da Edgar  –  Questo amor vergogna mia, dal Gianni Schicchi  – O mio babbino caro, dalla Tosca –  Vissi d’ arte, il canto da camera Sole e amore ed infine sempre da La BohèmeDonde lieta ed il duetto del III atto Mimì…speravo.

Prossimo appuntamento 31/05/2024 ore 17,00 quando si esibiranno gli studenti della Classe di Canto della Prof.ssa Antonia Giove accompagnati al pianoforte da Corrado Fondacone. Biglietteria. Ticket unico: 10,00 euro acquistabile al botteghino del Palazzo delle Arti Beltrani dal martedì alla domenica dalle ore 10,00 alle ore 18,00, anche con carta del docente. Il ticket include l’ingresso al concerto, la visita al Museo (nella giornata del concerto dalle ore 10,00 fino all’inizio del concerto alle ore 17,30), la degustazione di tè che sarà servito dalle ore 17,00 alle ore 17,30). 

pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.