Oper air in abbandono, Lima (Fdi Trani): «I soldi pubblici non vanno sperperati»

Apprendo dalla stampa locale il fallimento del teatrino “open air” di piazza Teatro e tutte le criticità che lo stesso ha cagionato alla zona, ai commercianti ed ai residenti.

pubblicità

Se si pensa che lo scopo dei Distretti del Commercio è quello di incentivare ed innovare il commercio urbano credo che questa volta la bocciatura sia evidente e sotto gli occhi di tutti. Il problema è che per questi progetti vengono investiti e spesi decine di migliaia di euro di soldi pubblici.

Tra l’altro, non è la prima volta che leggo che il DUC finanzia iniziative che francamente non so come possano incentivare o essere utili al commercio urbano. Penso ad esempio alle grafiche applicate in piazza XX settembre a ridosso della “cantierizzazione” del parcheggio della stazione e quelle nei pressi di Villa Telesio.

Mi auguro che chi di dovere colga l’occasione per valutare in maniera più approfondita determinate scelte e verificare in maniera più dettagliata come si scelga di investire del danaro pubblico, anche se questo viene elargito dalla regione Puglia.

Proprio nei giorni scorsi il comune di Trani ha liquidato altri 25.000 euro, sempre in favore dell’associazione del Distretto urbano del commercio di Trani quale cofinanziamento necessario alla partecipazione al “terzo bando DUC” per il quale, la regione, ha a sua volta finanziato un non meglio precisato progetto per un importo di 100.000 euro.

Mi auguro che questo nuovo progetto possa realmente essere utile ai commercianti della città.

Raimondo Lima (Fdi Trani)

pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.