"Noi, Popolari, delusi dal Generale"

In tempo di elezioni anche il Partito Popolare fa sentire la sua voce ed opinioni in tema di Amministrazione Comunale. In un recente congresso svoltosi presso il Santuario della Madonna di Fatima si sono riuniti i maggiori esponenti regionali del partito: il prof. Vincenzo Pavan, commissario della Sezione di Trani, il dott. Giuseppe Pirro, segretario provinciale, l’ing. Vito Antonicelli, consigliere provinciale, il dott. Antonio Ursi, consigliere regionale, il prof. Pietro Pepe, consigliere regionale ed il sen. Nicola Fusillo, sottosegretario alle politiche agricole. Ha esordito il commissario Pavan: "Dopo l’espressione fallimentare di quest’Amministrazione, adesso gli elettori ripongono fiducia nei Popolari. Dietro l’immagine del Generale c’era quella dell’ordine, ma le cose sono andate diversamente. Ora si esige dai Popolari una risposta migliore, all’altezza delle esigenze della Città. Stiamo nell’Ulivo, ma siamo dei moderati di centro coscienti del fatto che bisogna rispettare le esigenze di tutti, ed i nostri valori sono ancora attuali e presenti. La politica, per noi, è l’arte della moderazione, per questo la nostra posizione di centro è la più favorita: siamo convinti che il referendum per la semplificazione istituzionale è dannosa. La nostra battaglia è rivolgerci alla mente e al cuore dei cittadini facendo ancora la politica porta a porta, perchè vogliamo il contatto con gli elettori". Molto sentito è stato l’intervento al dibattito del geom. Albino Corallo: "Il Generale è stato posto a capo di un esercito di scalmanati e prepotenti. Il caso Ecoerre, che adesso sta tornando prepotentemente all’attenzione di tutti, l’abbiamo sollevato noi. I politici hanno carpito i voti usandoli contro gli elettori, perchè stanno trasformando la perla dell’Adriatico in pattumiera d’Italia". Opinione avvalorata dall’intervento dell’ing. Antonicelli: "C’è gente che nelle piazze millanta delle cose, mentre nei salotti ne predica altre. A differenza degli altri partiti noi abbiamo una storia di governo, perciò dobbiamo diventare una forza aggregante".Intervento conclusivo di Giuseppe Pirro: "La Città è stata violentata ad opera di un prefetto-sceriffo. Trani ha impiegato molto tempo per riscattare la sua dignità, ma è stata umiliata da questa gestione amministrativa con continui cambi di assessori. Noi Popolari vogliamo un’alternativa seria al "Generale".Durante la serata è stato infine votato per acclamazione il neo segretario sezionale del Ppi: È il rag. Vito Colonna. "Esiste la volontà di lavorare per il bene comune – ha affermato Colonna dopo i dovuti ringraziamenti per il consenso ricevuto – ed i Popolari di Trani non si tireranno certo indietro". A competare il nuovo Direttivo del Ppi figurano il vice segretario Vito Palmieri, il tesoriere Leo Scoccimarro ed i seguenti componenti: Arturo Fortebraccio, Albino Corallo, Roberto Colonna, Nunzio Petruzzelli, Michele Pellegrino, Ettore Iacobellis, Giuseppe Filannino, Domenico Scarcella, Antonio Faconda, Francesco Cuna, Marcello Paduanelli, Francesca Micucci, Antonio Chieppa, Domenico Sanna, Biagio Brullo, Francesco Panessa, Crispino Di Toma, Giuseppe Abruzzese.

pubblicità
pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.