Nella notte dei desideri ad assembrarsi sono le persone: prese d’assalto le spiagge di Colonna e Scoglio di Frisio

0
pubblicità

Nella giornata in cui in Puglia si è registrato un picco di nuovi casi positivi al Coronavirus, la spiaggia di Colonna e lo Scoglio di Frisio sono stati presi d’assalto da ragazzi e famiglie. Muniti la maggior parte di asciugamani, altri di ombrelloni, tavoli e sedie, in tanti hanno trascorso la notte di san Lorenzo non tenendo conto dell’emergenza in atto.

A Trani, e non solo, la notte dei desideri è stata vissuta in barba alle normative di sicurezza e di prevenzione. Le foto, inoltrateci da una nostra lettrice, spiegano perfettamente gli assembramenti che si sono registrati ieri sera.

Su quanto è accaduto è intervenuto il sindaco Amedeo Bottaro: «La realtà ed i bollettini degli ultimi giorni (ieri in Puglia 26 positivi su appena 690 test, ndr) ci impongono un nuovo innalzamento della soglia di attenzione e dei controlli, in particolare per ciò che riguarda l’utilizzo della mascherina nei luoghi chiusi aperti al pubblico ed il sovraffollamento in alcuni luoghi di ritrovo (le scene della notte di San Lorenzo si commentano da sole)».

Da qui l’avvertimento del primo cittadino: «Tutti gli eventi organizzati in città, compresi quelli previsti nel cartellone di Trani t’incanta, per quanto ammissibili dal punto di vista procedurale ed amministrativo, potrebbero non svolgersi se gli organizzatori non riusciranno a garantire in maniera stringente misure atte ad evitare pericolosi assembramenti ed il rispetto delle norme anti-Covid. Chiedo la comprensione e la collaborazione di tutti».

Comprensione e collaborazione da parte di tutti soprattutto in vista del week-end di Ferragosto che ci apprestiamo a vivere.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui