Natale in corsia: si rinnova l’appuntamento di Città dell’infanzia. Fiabe e sorrisi per piccole degenti

Il 25 dicembre non è solo “festa” ma diviene squarcio nella solidarietà. Sono tornate, infatti, le “letture in corsia” di Città dell’Infanzia. Presso l’Ospedale Civile di Bisceglie, grazie all’autorizzazione del dott. Domenico Carbone, un gruppo di Città dell’Infanzia, capitanato dalla dott.ssa Iolanda d’Abbruzzo, pedagogista, e supportato da Serena Gisotti, direttore di cittadellinfanzia.it, dal Presidente Vincenzo Dibari e Nunzio d’Abbruzzo, sostenitore di Città dell’Infanzia, fortemente voluto dal dott. Carlo Avantario, irriducibile presenza di questa realtà, ha regalato un momento di calore ed emozione alle piccole degenti che, purtroppo, hanno trascorso il Natale in corsia.

Tantissime fiabe e disegni da colorare hanno letteralmente cambiato l’atmosfera del momento portando luce ed entusiasmo anche nei papà e nel personale medico e infermieristico che, quel giorno, di certo non immaginavano di poter godere di sorrisi e amicizia.

“Ogni volta – ci dice Serena Gisotti – è un regalo reciproco in cui si avverte il senso della vita vera, quella in cui non vi sono incursioni narcisistiche e merceologiche televisive, dove occhi e cuori agiscono all’unisono per un bene più grande”.

L’appuntamento non finisce qui: Città dell’Infanzia si prepara a nuovi tuffi di magia in corsia, sempre per ritornare al vero senso di queste feste, al vero senso della vita. “Perché la vita – conclude Gisotti – può avere un senso solo se si lascia scia del proprio passaggio che, tra quattro mura o in un cassetto, diverrebbe stantio, insapore, negando la ragione di quella stessa vita. Al prossimo appuntamento di verità”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.